Come prevenire il cancro e le malattie direttamente dall’alimentazione

carrot-1085063_1280

L’alimentazione svolge un ruolo fondamentale nella nostra vita, in particolare contribuendo al nostro benessere psicofisico. Questo è stato dimostrato da numerose ricerche e possiamo decisamente affermare anche in prima persona che ciò che mangiamo è capace di influenzare il nostro umore, i nostri livelli di energia, il rendimento sul lavoro o a scuola, lo sviluppo e la crescita, e può contribuire a rallentare il naturale processo di invecchiamento. Tuttavia, un fatto che molti sottovalutano è che mangiare bene può aiutarci persino a prevenire malattie anche gravi, come ad esempio il cancro. Ma come può la nostra dieta trasformarsi in prevenzione?

Dal diabete all’obesità, dai problemi al sistema cardiocircolatorio ai tumori fino ad arrivare ad una semplice influenza o mal di testa: quello che mettiamo in tavola può sempre fare la differenza. Infatti, per prevenire le malattie più comuni e/o gravi, abbiamo bisogno di assimilare sostanze nutrienti come ad esempio gli omega-3, che si acquisiscono tramite una dieta ricca di pesce, verdure e frutta. Purtroppo talvolta alcune persone a causa di intolleranze alimentari o mancanza di tempo non sempre riescono ad assumere le dosi giornaliere di queste sostanze. Fortunatamente siti come glucosamine.com offrono un’ampia gamma di integratori a base di omega-3 per chiunque fosse impossibilitato ad assimilare questo importate elemento tramite l’alimentazione quotidiana.

Numerose ricerche hanno dimostrato che l’assimilazione di questo elemento è in grado di ridurre drasticamente il rischio di patologie cardio e cerebrovascolari, e l’insorgenza di tumori del colon/retto, seno e prostata. Pertanto, essendo che si parla di prevenzione di vari tipi di patologie e malesseri che tutti noi vorremo evitare, è anche opportuno prediligere gli alimenti ad alto contenuto vitaminico, ma anche con presenza di ferro (come ad esempio frutta, verdura, legumi, cereali, noci e pesce) e/o assumerle sotto forma di integratori.

Dovremo anche preferire alimenti sani ricchi di grassi essenziali insaturi, come pesce e oli di semi, e limitare invece l’assunzione dei grassi contenuti nella carne e nei latticini. È importante sapere anche che sulla nostra tavola dovrebbero esserci più spesso i carboidrati complessi (come il riso, la pasta, i legumi e le patate) e dovremo evitare il consumo di zuccheri raffinati (come lo zucchero bianco e tutti i dolcificanti contenuti nei dolci e nelle merendine confezionate). Praticamente, una sana alimentazione vede come protagoniste la frutta e la verdura, accompagnate prevalentemente da legumi e cereali.

Fare in modo che la nostra alimentazione sia corretta è importante al punto che, l’anno scorso, l’istituto oncologico Romagnolo ha lanciato la campagna “La salute a tavola”, un
progetto che prevede numerosi eventi e corsi. L’intento dell’istituto è quello di informare le persone e renderle consapevoli del fatto che numerosi studi hanno confermato che l’ambiente in cui viviamo e il nostro stile di vita scorretto sono la causa dell’insorgenza di più del 90% dei tumori nel mondo, e che una dieta non sana è colpevole nel 35% dei casi.

Come potrete capire, l’alimentazione è troppo importante per la nostra salute e può aiutarci a proteggerci dal cancro, dal diabete, dall’ipertensione, da numerose malattie neurologiche degenerative e non solo. Tuttavia, ricordate sempre che mangiare bene non è tutto: il nostro stile di vita deve rispettare il nostro corpo. Pertanto, la prevenzione potrà rivelarsi ancora più efficace se eviterete le cattive abitudini (come il fumo e l’abuso di alcolici) e se porterete nella vostra quotidianità una buona dose di attività fisica.

Questo post è stato letto 68 volte

Avatar photo

Elena

La passione per la scrittura nasce fin da piccola, affollavo la mia camera di libri da leggere, ma soprattutto letti, fino a quando ho deciso di fare della mia passione un vero e proprio lavoro, sfruttando così al meglio le mie potenzialità. Questa scelta mi ha portato ad intraprendere un percorso di studi totalmente affine ai miei interessi: Scienze della Comunicazione. Durante l’università ho iniziato a collaborare con diverse riviste e giornali online con cui tuttora sono in contatto e per cui curo principalmente rubriche di attualità e curiosità. 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *