Cassa di Risparmio, vendita più vicina

Secondo il sito affaritaliani.it Cariparma pronta a offrire fra i 150 e i 160 milioni. l'Istituto di credito emiliano sarebbe interessato anche a Rimini

Più vicina la cessione della Cassa di Risparmio di Cesena a Cariparma. Lo scrive affaritaliani.it che parla di un pacchetto di acquisizioni che comprende anche le casse di Rimini e San Miniato. Non si tratta di una novità in assoluto. L’interessamento di Cariparma alle casse di Cesena e Rimini è noto da tempo. Nell’ultimo periodo poi sembrava ci potesse essere quell’accelerazione della quale parla affaritaliani.
Secondo il sito online il Credit Agricole Cariparma prepara la stretta per l’acquisto delle tre casse con l’ausilio del Fondo volontario e di Atlante. Aggiunge che ieri gli organi della banca  francese, secondo le indiscrezioni, avrebbero autorizzato la presentazione di un’offerta non vincolante al Fondo volontario che si riunisce oggi per assumere una delibera di indirizzo, subordinata alle rifiniture successive.
Il pretendente, scrive affaritaliani, offrirebbe un euro a testa per Rimini e San Miniato come per le good bank, 150-160 milioni per Cesena a fronte dell’intervento del Fondo volontario e di Atlante sugli Npl. Giovedì della prossima settimana si terrà il Cda di Cariparma per prendere atto della delibera-quadro del Fondo sulla base di una serie di paletti posti da Parigi. In primis i tempi stringenti per siglare l’accordo tra tutte le parti, subordinato a una serie di condizioni come le autorizzazioni.

Questo post è stato letto 76 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *