#Picta2024 IPremiati

TERRA DEL SOLE, GIU’ IL SIPARIO SU PICTA
Finissage con l’assegnazione dei premi Città di Castrocaro Terme e Terra del
Sole alla memoria di Carmen Silvestroni, Gaetano Foggetti, Ercole Baldini e
Arnaldo Pambianco, Mattia Moreni, Enzo Pasqui e Giuseppe Ungaretti
Si è chiusa con l’assegnazione dei premi Città di Castrocaro Terme e Terra
del Sole la seconda edizione di Picta, Rassegna europea di arte contemporanea
promossa da Cava Forever Group aps da un’idea del maestro Giuseppe
Bertolino.
Nella giornata del finissage, in scena nel Palazzo pretorio di Terra del Sole, per
trentasette giorni cuore della manifestazione, sono stati tributati i
riconoscimenti decretati da una commissione scientifica presieduta dal critico
d’arte Michele Govoni e formata, tra gli altri, da Flavia Bugani, storico, Liviana
Zanetti, già leader dell’Apt dell’Emilia-Romagna oggi ai vertici
dell’associazione Romagna Toscana, Maurizio Gioiello, scrittore e giornalista.
Sette gli insigniti, individuati tra le personalità romagnole o comunque legate
alla Romagna, distintisi nel corso del Novecento per aver contribuito alla
diffusione dell’arte e della cultura a trecentosessanta gradi.
Nella sezione letteratura il premio, un’anfora in terracotta lavorata in smalto
bianco dall’artista faentina Daniela Simoni in omaggio a Castrocaro città delle
acque, è stato assegnato a Giuseppe Ungaretti, autentico gigante della poesia.
Il riconoscimento è stato consegnato a Cesare Zavatta, assessore del Comune di
Cervia, che nel 1958 attribuì a Ungaretti la cittadinanza onoraria.
Premio Cartesio Fullcard al pittore Mattia Moreni, artista di fama
internazionale, nato a Pavia ma residente a Brisighella nell’ultima parte
dell’esistenza. Alcune opere del pittore sono conservate nella Collezione
Verzocchi, a Forlì, e nella Galleria Vero Stoppioni di Santa Sofia. A ritirare il
tributo dalle mani di Maurizio Lupia, titolare di Cartesio, l’assessore comunale
di Brisighella Gessica Spada.
Coetaneo di Moreni, nato nel 1920 e venuto a mancare al crepuscolo del XX
secolo, era Enzo Pasqui, artista raffinato e poliedrico, pittore dalla cifra
stilistica personalissima, immediatamente identificabile, e altresì persona dai
modi signorili. “Maestro della spatola, tecnica a cui rimase costantemente
fedele in ambito pittorico, si dedicò pure ad un’intensissima attività
disegnativa” si legge nella motivazione redatta dalla giuria.Anfora bianca anche per Carmen Silvestroni, scultrice forlivese apprezzata in
maniera unanime per lo “spirito libero, appassionato, ribelle, dalla mille
sfaccettature, dedito all’arte con inesauribile determinazione e devozione”.
Dotata di “un’assoluta padronanza tecnica”, Carmen è riuscita a dar
concretezza “all’inesausta ricerca interiore e, insieme, alla riflessione sulla
condizione umana, sentimento che si fa in varie opere pure indagine sociale e
religiosa”.
Due premi targati BCC ravennate forlivese e imolese sono stati consegnati dal
vicepresidente dell’istituto di credito Gianni Lombardi agli eredi di due grandi
atleti forlivesi che hanno scritto la storia del ciclismo: Ercole Baldini e
Arnaldo Pambianco. Il ‘treno di Forlì’, riuscito a inanellare nel volgere di
pochi mesi titoli mondiali e medaglia d’oro a cinque cerchi, Giro d’Italia e
record dell’ora, si è rivelato “uomo davvero originale e per nulla banale, un
esempio per tutti”; stesso tributo per Pambianco, soprannominato ‘Gabanì’ per
via del ‘giacchettino’ che indossava da garzone di una macelleria, entrato
nell’olimpo del ciclismo con il trionfo al Giro del Centenario nel 1961. Ma “per
lui la vera gioia è stata quella di aver reso di nuovo tutti uniti i bertinoresi,
usciti lacerati e divisi dalla Seconda Guerra Mondiale”.
Commozione ma anche un dolce sorriso carico di nostalgia al momento del
ricordo di Gaetano Foggetti, per un quarto di secolo responsabile della
redazione forlivese del Corriere Romagna, “giornalista di raffinata intelligenza
e forte senso della notizia, nonché, in assoluto, uno dei più autorevoli esponenti
dell’informazione emiliano romagnola”. Sconfitta la leucemia che lo aveva
aggredito giovanissimo, Gaetano aveva fondato e in seguito presieduto la
sezione provinciale dell’Ail. “Uomo di alti valori ideali, è stato vinto da una
malattia che non dà scampo in pochi mesi, durante i quali ha comunque e
sempre lottato con forza e tenacia, e questo è il messaggio che ci ha lasciato”. Il
premio è stato consegnato alla moglie Patrizia Cupo e ai figli Alberto e Lucia
dal sindaco Francesco Billi e dal giornalista Maurizio Gioiello.

Si ringrazia la giornalista del Resto del Carlino Francesca Miccoli e Il fotografo Denis Sbarzaglia di Click art studio per l’impegno e la professionalità.

Rosetta Savelli

7 aprile 2024

Questo post è stato letto 167 volte

Avatar photo

Rosetta Savelli

La scrittrice Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la Musica, la Letteratura e l' Arte in tutte le sue espressioni. Ha pubblicato quattro libri: un racconto , una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi Concorsi Letterari, sia nazionali che internazionali ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. E' inoltre presente in una ventina di antologie letterarie, sia di prosa che di poesia. Ha pubblicato racconti su riviste specializzate di Arte e Letteratura. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche ed ha intervistato noti personaggi della Cultura e dello Spettacolo. Rosetta Savelli è una donna libera ,che vive in modo autonomo ed indipendente rispetto alle convenzioni, sia sociali che individuali e considera la vita come un'incessante e complessa ricerca di ciò che è giusto e di ciò che è vero. E' una donna che considera la ricerca sempre come prioritaria alla certezza e che vive in modo coerente rispetto ai propri pensieri. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003, inseriti nel volume antologico "White Land L' Autore". Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Con il racconto "Rendere e non finire " pubblicato sul quotidiano indipendente online "La Voce D' Italia" ha partecipato al Premio Giornalistico Nazionale "Natale UCSI 2006". Nel 2012 ha partecipato ed è stata premiata al xx° Concorso Letterario Internazionale A.L.I.A.S.- Associazione Letteraria Scrittori Italo Australiani, ottenendo il 2° posto con la poesia "La Torre Campanara ed il Castello" e la menzione di merito per la sezione narrativa con il racconto "La Corda di Carbonio". Ha scritto molti articoli per la rivista multiculturale indipendente “Horizon Literary Contemporary” con sede in Bucharest e diramata poi nel mondo. Scrive inoltre articoli per diversi Magazine online. E' stata fra i tre vincitori all'evento Turboblogging per Aster- Rete di Alta Tecnologia dell'Emilia Romagna presso il CNR in Bologna nel giugno 2013. Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel 2014 ha iniziato la collaborazione con la Rivista Juliet Art Magazine – prestigiosa Rivista di Arte Contemporanea e di Avanguardia con una rubrica propria. Nella 2° edizione dell'evento Turboblogging promosso da Aster- CNR Bologna, nel 2014, si è classificata nuovamente tra i vincitori, ottenendo come premio di fare parte per una settimana della Redazione di Radio Città del Capo a Bologna, nel mese di aprile 2015. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri . Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori” - Dall'incontro di due artisti le parole si colorano. Indetto dall'Associazione Arte per Amore, sotto la Presidenza di Barbara Benedetti. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *