Volley B1 / La Conad Teodora vince il derby romagnolo a Cesena e si ritrova… da sóla al comando

Le giallorosse vincono anche il derby romagnolo con la VC Cesena RIV (1 a 3) e portano a 8 le vittorie consecutive. Approfittando, poi, del mezzo passo falso dell’Orvieto – che recupera solo un punto con la San Lazzaro – e dell’Olimpia CMC (3 a 2 contro Moie di Maiolati), si ritrova da sóla al comando guadagnando punti su tutte le dirette inseguitrici. E sabato c’è l’Orvieto al PalaCosta.

 

Alla Conad SiComputer ci sono voluti quattro set e quasi due ore di gioco per avere la meglio di una Volley Club Cesena nel derby romagnolo del girone C della serie B1 del campionato di volley femminile. Quattro set che significano 3 punti in classifica e il primo posto ‘solitario’ quando mancano solo 4 giornate al termine della stagione regolare.

Le dirette inseguitrici, contendenti dell’unico posto per l’accesso diretto in A2, infatti, hanno subito uno stop: le prime due impegnate in un confronto tra di loro che, terminato 2 a 3, ha lasciato ‘a secco’ la San Lazzaro e portato l’Orvieto ad un punto dalle ravennati. Stessa sorte toccata all’altra squadra di Ravenna, l’Olimpia CMC che, sul campo di casa riesce a battere a fatica (3 a 2) le anconetane della Ecoenergy Moie di Maiolati.

 

La cronaca della gara 

Con Mazzini al palleggio in diagonale a Nasari, Aluigi e Lugli in posto 4, Sestini e Torcolacci in posto 3 e la Mastrilli come libero il coach Caliendo ha iniziato una gara che si è presentata difficile, con un primo set da dimenticare – perso per 25 a 20 – dove dall’11 pari in poi è parsa evidente la difficoltà di Sestini e compagne in fase offensiva e dove il muro cesenate (6-1 il parziale nel set in favore delle padrone di casa) è riuscito a fare miracoli.

Uno schiaffo per le giallorosse che scosse dalla sconfitta al primo set hanno iniziato a macinare il gioco nel modo che conosciamo chiudendo il secondo per 18 a 25 con una Rubini – nel frattempo subentrata a Lugli – a 16 su 29 in attacco, ovvero il 55 per cento.

Significativa la reazione del Volley Club nel finale del 3° set dove da 15 a 20 si porta fino ad un parziale di 20 a 23 ma che, però, nulla può spendere in più di fronte alla superiorità della capolista che nel quarto set, torna in cattedra e la costringe alla resa con un sonoro 11 a 25.

 

Le prossime fatiche

Nel prossimo turno Conad SiComputer Teodora sarà di scena a Ravenna, dove tenterà l’impresa con un’Orvieto – la più immediata inseguitrice – che vorrà rifarsi per non finire troppo lontana dalla vetta. C’è da scommetterci, dunque, che sabato 8 aprile, al PalaCosta lo spettacolo sarà assicurato. Inizio gara alle ore 18 e ingresso gratuito.

Da non dimenticare, infine, che subito dopo Pasqua, quando manicheranno solo 2 giornate alla fine, le giallorosse saranno impegnate nell’altro scontro diretto per la promozione con la Coveme San Lazzaro.

 

La classifica

(la prima è promossa in A2; seconda, terza e quarta ai playoff; le ultime tre retrocedono in B2): Teodora Ravenna 54; @Orvieto 53; San Lazzaro di Savena 50; Olimpia Ravenna 49; Perugia 47; Moie di Maiolati 37; Castelfranco Sotto 30; Montale 29; Bastia Umbra 26; San Giustino 24; Cesena 21; Firenze 17; Montespertoli 13; Reggio Emilia 12.

 

Il tabellino della gara

Cesena vs Conad SiComputer Teodora 1-3
(25-20, 18-25, 20-25, 11-25)
Durata set: 29’, 25’, 28’, 22’ per un totale di 1h e 44’
Cesena: Altini 8, Gardini C. 11, Brina 12, Leonardi 6, Piolanti 15, Bertolotto 2, Fabbri (L) ricez. 63% di cui 37% perf.; Calisesi, Di Fazio 1, Baravelli. N.e.: Grassi, Ravaioli. Allenatore: Simoncelli.
Conad SiComputer Teodora: Sestini 5, Mazzini 2, Aluigi 19, Nasari 14, Torcolacci 7, Lugli 2, Mastrilli (L) ricez. 58% di cui 42% perf.; Rubini 17, Balducci 1. N.e.: Gardini A., Bernabè, Raggi. Allenatore Caliendo.
Arbitri: arbitri Cervellati e Argirò di Bologna
Battuta: Cesena 3 punti, 12 errori; Teodora 6 pt., 6 err.
Ricezione: Ces.47% di cui 28% perfette, 20 errori;
Teo. 59% di cui 40% perf.,7 err.
Attacco: Ces. 35%, 12 err.; Teo. 38%, 12 err.
Muro: Ces. 11; Teo. 7.

Questo post è stato letto 106 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *