Come evitare di dimenticare i bambini in auto. L’Asaps lo spiega in 10 consigli

Per chi fosse interessato e ha a cuore questa tematica vi suggerisco di andare a consultare i 10 consigli ben illustrati con immagini promossi dalla campagna ASAPS.

Al giorno d’oggi, si riscontrano sempre pìù casi eclatanti in cui apprendiamo dai giornali notizie di casi dove un genitore per un’amnesia mentale temporanea, dimentica una parte delle sue normali mansioni quotidiane, come quella di lasciare il figlio alla materna e si reca al lavoro convinto di averlo fatto; il cosiddetto “black-out mentale”.

Quel momento di amnesia dissociativa transitoria, sempre più presente in persone stressate dai ritmi casa-lavoro, dai pensieri di una vita logorata da mille criticità che mettono al secondo posto il bambino, in modo del tutto inconsapevole.

Solo dopo, purtroppo, quando qualcuno lo mette davanti all’evidenza, la sua memoria si sblocca e si accorge che nella sua mente gli manca quell’attività quotidiana che era convinto di aver svolto.

Al fine di evitare il ripetersi di questi episodi che ci lasciano sempre esterrefatti, l’ASAPS (Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale) da sempre attenta ai problemi connessi alla sicurezza sulle strade italiane promuove una campagna di sensibilizzazione e di educazione dell’opinione pubblica, ricordando alcuni episodi già avvenuti ma, soprattutto, evidenziando alcuni semplici consigli che permettano ai genitori e ai parenti di evitare il cosiddetto “black-out mentale.”

Inoltre si ritiene opportuno informare l’opinione pubblica proponendo 10 consigli del Ministero della Salute nell’obiettivo di limitare questi fenomeni e rilanciarli anche attraverso i Social.

Per questo scopo l’ASAPS vuole lanciare un appello per far riapprovare una modifica del Codice della Strada all’articolo che tratta dell’obbligo dei seggiolini di ritenuta per bambini, in cui veniva aggiunto un comma che prevedeva come “tali sistemi di ritenuta per bambini devono essere equipaggiati con un dispositivo di allarme anti-abbandono rispondente alle specifiche tecnico-costruttive stabilite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

Per chi fosse interessato e ha a cuore questa tematica vi suggerisco di andare a consultare i 10 consigli ben illustrati con immagini promossi dalla campagna ASAPS.

Questo post è stato letto 128 volte

Avatar photo

Jona Celaj

Sono una studentessa di Mass media e Politica(Unibo -sede a Forlì). Precedentemente ho frequenato la triennale di Sociologia, sempre con sede a Forlì, conseguendo la Laurea nel 2016. Sono appassionata di tematiche che riguardano la Storia e la Società, in particolare quelle che riguardano il Ventesimo secolo. Mi piace l'informazione a tutto tondo, dalla cronaca rosa a quella nera. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *