IL CLUB PER L’UNESCO DI BOLOGNA OSPITA L’ARTE 11 E 12 MAGGIO

La prestigiosa sede del Club per l’U.N.E.S.C.O di Bologna, apre le porte all’arte nelle giornate del 11 e 12 maggio 2024 con una mostra “Liber” che riunisce le opere di quattro talentuosi artisti, ciascuno con la propria anima e specificità ma accomunati dalla passione per la conoscenza e la libertà. Osservando le loro creazioni artistiche mi giungono alla mente alcune parole, una delle quali accomuna tutti e 4 gli artisti presenti e la parola è: eleganza. Trovo infatti che come minimo comune denominatore fra di loro ci sia eleganza di forme e di concetti. Eleganza e coerenza in quanto tutte le opere presenti rivelano autenticità nella ricerca di conoscenza e libertà. Conoscenza che può giungere anche attraverso i libri e senza la quale non potrebbe esserci libertà, libertà di informazione, di esplorazione, di narrazione e di reinterpretazione. Dunque “Liber” è il titolo esatto per anticipare e presentare questa vostra mostra che si terrà presso la sede del Club per l’U.N.E.S.C.O di Bologna, in via Galliera n.4, in data 11 maggio 2024 e sarà visibile al pubblico anche nella giornata successiva del 12 maggio 2024. Si ringrazia sentitamente il Presidente del Club per l’ U.N E.S.C.O di Bologna, avvocato Bruno Cinanni, per la disponibilità e la passione artistica nel patrocinare l’evento. Sono quattro gli artisti che insieme nel dolce week end di metà maggio si ritrovano uniti nel desiderio di narrare e di rivelare le opere artistiche create da loro, esponendo al contempo sia le loro tecniche e sia le loro emozioni ed aspirazioni. -Tiziana Bertacci presenta dei cassetti, realizzati come fossero scrigni custodi di antiche e nascoste verità. Utilizza materiali di ceramica per ricostruire oggetti parlanti e rivelatori di sogni e di ricordi sparsi nel tempo. Avvincente e sognante la sua esposizione che con garbo e gentilezza indaga sugli angoli più segreti dell’animo umano. -Poi ci sono le opere di Cristina Anna Adani, che è stata anche allieva di Tiziana Bertacci per poi spiccare il volo verso mete ed altitudini sempre maggiori. Di nuovo si ripresenta l’eleganza in quanto le opere di Cristina, grafologa con esperienza nel campo della psicologia, indagano l’animo femminile nei suoi punti estremi e nascosti per riportare alla luce, gesti, pensieri, posizioni e tutto ciò che vive nel profondo della natura umana. Le sue creature femminili sono donne eleganti, salde e forti, sebbene narrate attraverso le loro fragilità e le loro quasi mancanze, laddove le mancanza nella materia altro non sono che pause e silenzi per meglio addentrarsi fra le certezze e le solidità dell’essere. Molto belle le sue donne e molto gratificante ammirarle. -Poi insieme a queste due artiste espone anche un giovane artista di nome Stefano Fiorita e di nuovo c’è eleganza di colore, di combinazione e di connessione. La sua arte è pittorica e astratta ma per nulla incoerente o aleatoria. Pur esprimendosi attraverso toni caldi e discreti le sue narrazioni sono di grande spessore. Ha urgenza di esplorare e di mostrare un’altra realtà: una realtà che apre varchi per entrare in spazi nuovi, di luce e di conforto. La narrazione però assume toni eleganti ed educati, dove anche sottovoce si possono gridare le proprie conflittualità e le proprie aspirazioni. Merita di scoprire e conoscere l’armonia cromatica e concettuale di questo giovane artista. -Infine ultima ma per nulla ultima la quarta artista è Piera Arcangela Delena che di nuovo con eleganza racconta la gioia di raccontare attraverso l’uso dei colori. È una esplosione cromatica che gratifica sia l’occhio che il cuore. Piera mostra la realtà come la vede lei o meglio come vorrebbe vederla lei, una realtà armoniosa e colorata, dove il bello possa apparire ancora più bello. Linfa vitale che attraversa i suoi pennelli, portando vita e respiro in tutto ciò che la circonda. Il mondo animale e il mondo urbano vengono riproposti da Piera con maggiore forza e specificità, mettendo in risalto le loro peculiarità attraverso il linguaggio e l’utilizzo dei colori. Questa è una breve presentazione dei quattro artisti che insieme daranno vita e anima nella loro prossima mostra presso la sede del Club per l’ U.N.E.S.C.O di Bologna, in via Galliera n.4 nei giorni del 11 e 12 maggio 2024. Mostra che merita assolutamente di visitare e di apprezzare per meglio approfondire il talento artistico di Tiziana, Cristina, Stefano e Piera. Rosetta Savelli. 1 aprile 2024

Questo post è stato letto 161 volte

Avatar photo

Rosetta Savelli

La scrittrice Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la Musica, la Letteratura e l' Arte in tutte le sue espressioni. Ha pubblicato quattro libri: un racconto , una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi Concorsi Letterari, sia nazionali che internazionali ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. E' inoltre presente in una ventina di antologie letterarie, sia di prosa che di poesia. Ha pubblicato racconti su riviste specializzate di Arte e Letteratura. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche ed ha intervistato noti personaggi della Cultura e dello Spettacolo. Rosetta Savelli è una donna libera ,che vive in modo autonomo ed indipendente rispetto alle convenzioni, sia sociali che individuali e considera la vita come un'incessante e complessa ricerca di ciò che è giusto e di ciò che è vero. E' una donna che considera la ricerca sempre come prioritaria alla certezza e che vive in modo coerente rispetto ai propri pensieri. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003, inseriti nel volume antologico "White Land L' Autore". Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Con il racconto "Rendere e non finire " pubblicato sul quotidiano indipendente online "La Voce D' Italia" ha partecipato al Premio Giornalistico Nazionale "Natale UCSI 2006". Nel 2012 ha partecipato ed è stata premiata al xx° Concorso Letterario Internazionale A.L.I.A.S.- Associazione Letteraria Scrittori Italo Australiani, ottenendo il 2° posto con la poesia "La Torre Campanara ed il Castello" e la menzione di merito per la sezione narrativa con il racconto "La Corda di Carbonio". Ha scritto molti articoli per la rivista multiculturale indipendente “Horizon Literary Contemporary” con sede in Bucharest e diramata poi nel mondo. Scrive inoltre articoli per diversi Magazine online. E' stata fra i tre vincitori all'evento Turboblogging per Aster- Rete di Alta Tecnologia dell'Emilia Romagna presso il CNR in Bologna nel giugno 2013. Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel 2014 ha iniziato la collaborazione con la Rivista Juliet Art Magazine – prestigiosa Rivista di Arte Contemporanea e di Avanguardia con una rubrica propria. Nella 2° edizione dell'evento Turboblogging promosso da Aster- CNR Bologna, nel 2014, si è classificata nuovamente tra i vincitori, ottenendo come premio di fare parte per una settimana della Redazione di Radio Città del Capo a Bologna, nel mese di aprile 2015. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri . Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori” - Dall'incontro di due artisti le parole si colorano. Indetto dall'Associazione Arte per Amore, sotto la Presidenza di Barbara Benedetti. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *