Welfare Italia Forlì, centro di formazione per il taping neuromuscolare

Molti campioni dello sport, con in testa lo stesso Mario Balotelli, utilizzano da tempo l’applicazione di bendaggi adesivi elastici sulla cute, allo scopo di ottenere benefici a livello del sistema muscoloscheletrico: si tratta del taping neuromuscolare, un nuovo approccio nelle situazioni post-traumatiche. Ai muscoli viene attribuito non solo il movimento del corpo ma anche il controllo della circolazione venosa e linfatica e della temperatura corporea. Il già citato nastro elastico permette il pieno movimento muscolare e articolare, attiva le difese corporee e aumenta la capacità di guarigione di nervi, muscoli e organi.

Questa tipologia di trattamento è stata messa a punto, meno di 10 anni fa, da David Blow (nella foto) australiano di origine, ma residente da tempo in Italia e, oggi, punto di riferimento formativo  per fisioterapisti specializzati in questo tipo di terapia.

Da qualche tempo lo stesso Blow è in contatto con il poliambulatorio non profit forlivese Welfare Italia (viale dell’Appennino 116) e, dopo averne verificato di persona la qualità dell’offerta sanitaria e del personale medico, ha deciso di utilizzare la struttura, quale sede delle proprie attività formative per l’area romagnola.

Il primo evento, riservato a sia a fisioterapisti già formati, che a medici, fisiatri interessati a questa nuova tecnica riabilitativa, è fissato per mercoledì 16 ottobre alle ore 16,30 presso la sede di Welfare Italia: sono inoltre già in calendario altri due appuntamenti nei prossimi mesi di febbraio e maggio 2014.

“Questa partnership d’eccezione – spiega Claudio Marconi, direttore di Welfare Italia – qualifica ulteriormente il nostro poliambulatorio, anche nell’ambito della medicina riabilitativa e conferma l’unicità della nostra struttura, unico poliambulatorio non profit presente sul territorio che coniuga i concetti di qualità dell’offerta sanitaria con la sostenibilità delle tariffe a misura di famiglia”.

Questo post è stato letto 91 volte

Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi". 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *