Distributori di benzina cooperativi: perché convengono?

Prezzi calmierati grazie alla filiera più corta: Conad prima e adesso Coop stanno rivoluzionando il mercato dei carburanti in Romagna rompendo il “cartello” eretto dalle grandi compagnie a tutto vantaggio degli automobilisti

«II nostro ingresso nel settore dei distributori di benzina ha prodotto la calmierazione dei prezzi, rompendo di fatto il muro eretto dalle grandi compagnie. E questo è un vantaggio innanzitutto per i consumatori, che sono i nostri principali referenti». Il presidente di Cia-Conad Maurizio Pelliconi così spiega il successo delle pompe di carburante aperte dalla grande distribuzione cooperativa. «Dove abbiamo aperto – prosegue – abbiamo ottenuto risultati importanti, grazie a una filiera più corta, che bypassa alcuni passaggi, come per esempio quello dei grossisti. In questo modo riusciamo a offrire un prodotto al prezzo più competitivo possibile, puntando su una politica di massima trasparenza».

Pelliconi Mauro1 15-05-14

Il presidente di CIA-CONAD, Maurizio Pelliconi

Una strategia che ha portato a una forte fidelizzazione della clientela. Con la Conad Card chi si rifornisce in un distributore della rete paga benzina, diesel o gpl 2 centesimi in meno al litro. E la spesa, oltretutto, gli viene addebitata il giorno 7 del mese successivo, come succede per ogni acquisto effettuato con la Card. Oggi la rete Cia-Conad possiede quattro distributori di cui due in Romagna, uno a Faenza e uno a Cesena, uno in Veneto e uno in Friuli; ma se si presenterà l’occasione non è escluso che ne vengano aperti altri. «Il Consiglio di amministrazione ha deliberato un piano sulle aperture dei nostri impianti, che ha un punto fermo: non andiamo ad acquisire impianti disponibili giusto per potere aumentare la diffusione della nostra rete, ma vogliamo aprire pompe di carburante legate al marchio Conad, che siano insomma collegate ai nostri punti vendita. La strategia che sostiene la nostra presenza nel settore dei distributori di benzina è legata alla nostra vocazione di commercianti alimentari. Del resto, Conad è peculiare nella grande distribuzione perché è una cooperativa di imprenditori: nel senso che ogni punto vendita ha un gestore. Non facciamo quindi sviluppo senza tenere conto di questo fatto: il nostro mondo deve produrre reddito per gli imprenditori e fornire ai clienti servizi a prezzo calmierato».
Uno dei risultati più importanti che ha ottenuto Conad con l’apertura delle sue pompe di benzina è stato proprio il calmieramento dei prezzi. Dove operano distributori Conad il prezzo scende e questo fatto è riconosciuto dai clienti.
«Per fare un esempio, Faenza e Cesena grazie a noi sono fra le piazze più competitive per il costo della benzina. A Faenza il prezzo a monte e a valle della ferrovia è molto differente, fino a 10 centesimi al litro».

Intanto Enercoop ha Aperto a Faenza

Enercoop_Faenza_2 taglio del nastro
Il primo distributore di carburante di Coop Adriatica a marchio Enercoop della Romagna è stato inaugurato il 19 marzo a Faenza all’interno del Centro commerciale “Le Maioliche”. La nuova stazione eroga benzina, diesel, e gpl a prezzi particolarmente convenienti e con orari comodi e lunghi.
Al taglio del nastro erano presenti il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, il vicepresidente di Coop Adriatica Elio Gasperoni, il presidente di Enercoop Adriatica Domenico Pellicanò e i rappresentanti dei soci Coop della Zona e del Distretto.
Il distributore copre un’area di circa 3.500 metri quadrati ed è dotato di quattro erogatori fai-da-te per benzina e diesel sempre aperti, e due per il gpl serviti dagli addetti: gli orari sono dal lunedì al sabato dalle 7 alle 20 e la domenica dalle 9 alle 20.

Questo post è stato letto 128 volte

Avatar photo

Paolo Pingani

Nato a Reggio Emilia nel 1957, laureato in lettere moderne all’Uni­versità di Bologna, ha insegnato italiano, storia e latino alle medie e alle superiori fino al 1988. Dal 1989 ha lavorato come giornalista al Resto del Carlino e al settimanale Qui; dal 2001 al 2011 è stato portavoce del presidente della Provincia di Ravenna. Attualmente è presidente della cooperativa ravennate di giornalisti 'Aleph'. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *