Chiusura della Polstrada a Rocca, Pompignoli e Bulbi contrari

ROCCA SAN CASCIANO. L’ipotesi chiusura del distaccamento di Rocca San Casciano della polizia stradale, unisce Pd e Lega. I consiglieri regionali Massimo Bulbi (Partito democratico) e Massimiliano Pompignoli (del Carroccio) hanno presentato al presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini una risoluzione congiunta per chiedere di bloccare il progetto della Direzione centrale della Polizia stradale per razionalizzare il servizio. Bulbi e Pompignoli sottolineano come il distaccamento sia considerato da sempre presidio irrinunciabile di sicurezza per tutto il comprensorio forlivese, sia nell’espletamento delle mansioni proprie alla Polizia della strada lungo la Ss67, che per l’attività di pattugliamento nei comuni circostanti la stessa strada statale.

Pompignoli

La caserma, tra l’altro dal giugno 2019 è concessa dall’amministrazione comunale in comodato d’uso gratuito affinché la gestione non gravi sulle casse statali.

Massimo Bulbi

Pompignoli e Bulbi, nel chiedere un puntuale intervento della Giunta regionale nei confronti del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, ricordano l’indignazione degli amministratori locali dell’Unione della Romagna forlivese, dei parlamentari, delle associazioni di categoria e perfino dei gruppi di motociclisti della Romagna per la decisione presa dalla polizia stradale. Una battaglia che ha visto anche i consigli comunali di Forlì, Tredozio, Modigliana, Santa Sofia, Rocca San Casciano, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Dovadola, Portico e San Benedetto, Meldola, Galeata, Civitella, Predappio, Premilcuore, Sarsina, Bertinoro, la Provincia di Forlì Cesena, l’Unione dei Comuni della Romagna forlivese e l’Unione dei Comuni della Valle del Rubicone «approvare all’unanimità uno specifico ordine del giorno per il mantenimento del distaccamento.

Lo stesso Massimiliano Pompignoli, in precedenza, presentato un ordine del giorno a propria firma in cui si chiedeva al Presidente Bonaccini e alla Giunta Regionale di sollecitare il Governo e in particolare il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, sull’ipotesi di chiusura del distaccamento della Polstrada di Rocca San Casciano, facendosi portavoce delle istanze del territorio e dell’urgenza di garantire un presidio di sicurezza irrinunciabile non solo per il comprensorio forlivese, ma per tutta la Romagna. Ordine del giorno che però era stato respinto.

Questo post è stato letto 55 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *