Serate “De Caplét” all’Artusiana: 1.600 euro donati all’Hospice

Ancora un successo per le Serate De Caplèt presso la Festa Artusiana a Forlimpopoli: l’iniziativa è stata promossa dai volontari del Circolo ARCI di Villa Rotta, che nelle serate del 5 e 6 agosto scorso, hanno allestito un gazebo nella centrale piazza Garibaldi, dove hanno preparato gustosi cappelletti al ragù. Grazie alle tantissime persone che hanno degustato questo piatto tipico della tradizione gastronomica romagnola sono stati donati all’associazione Amici dell’Hospice ben 1.600 euro.

L’impegno solidale a favore degli Hospice del territorio da parte del Circolo ARCI di Villa Rotta rappresenta oramai una storia consolidata nel tempo: i volontari del paese, infatti, hanno organizzato ben 13 edizioni di “Villa Rotta in festa”, un evento benefico con cena tipica e musica dal vivo e 4 edizioni delle Serate de’ Caplet, grazie alle quale sono stati donati agli Amici dell’Hospice complessivamente circa 36.600 euro.

“L’iniziativa  – spiega Aureliano Ronchi del Circolo ARCi di Villa Rotta – è stata resa possibile non solo grazie all’impegno diretto di 10 volontari del nostro Circolo, che hanno gestito lo stand in piazza Garibaldi a Forlimpopoli, ma anche per la generosità dei volontari di Borgo Sisa e Villafranca (organizzatori delle rispettive Feste dell’Unità), che hanno realizzato i cappelletti nei giorni precedenti. Da quest’anno, poi, ci hanno dato una mano anche 8 volontari dell’Associazione Amici dell’Hospice, che sono stati preziosissimi per gestire il servizio ai tavoli. A tutti desidero esprimere in sentito ringraziamento”.

“Desideriamo anche noi esprimere un grazie infinito – affermano Alvaro Agasisti e Marco Maltoni, rispettivamente presidente e responsabile scientifico dell’associazione Amici dell’Hospice – agli amici di Villa Rotta, che da tanti anni sono al nostro fianco con entusiasmo e passione, sostenendo le attività in cure palliative all’interno degli Hospice di Forlimpopoli e Dovadola e nell’assistenza domiciliare, a favore delle persone con patologie inguaribili. Anche il contributo ricevuto quest’anno contribuirà a rendere sempre più efficace e puntuale il servizio che la nostra associazione, da quasi 20 anni, garantisce ad integrazione di quello offerto dall’AUSL Romagna”.

Questo post è stato letto 56 volte

Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi". 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *