Compie 60 anni il Super Santos, pallone col quale abbiamo giocato tutti

Inventato da un operaio. Venduti 15 milioni di esemplari

di Vincenzo Marano

L’icona di tutti  quelli che hanno praticato da ragazzini il calcio spontaneo, il pallone “Super Santos”, nel 2022, ha compiuto  60 anni. Erano i tempi delle grandi imprese di Pele’,  trascinatore della blasonata squadra brasiliana del Santos  che vinse la seconda edizione della coppa intercontinentale a spese del Benfica. 

Il  Brasile, capeggiato sempre da Pelè, vinceva il suo secondo   mondiale di calcio (dopo quello del 1958). In Italia, le squadre  del triangolo industriale, Milan, Inter e Juventus, dominavano anch’esse nei tornei internazionali.  Gli appassionati seguivano le gesta dei  loro campioni attraverso  le effervescenti radiocronache  di “Tutto il calcio minuto per minuto”, condotte con incalzante ritmo professionale, tra gli altri, da Sandro Ciotti ed Enrico Ameri .

In tv, le immagini  in differita di un tempo  di una partita di calcio di serie A,  con appassionanti telecronache di Nicolò Carosio , in differita, dalle ore 16,50 della domenica. I ragazzi e gli adolescenti, quando i social  informatici, smartphone e tablet, erano ancora lontani di qualche generazione, effettuavano il gioco del  “fantacalcio con  gli scambi dei calciatori  dagli album delle “Edizioni Panini Modena”.

Il rito del calcio spontaneo iniziava già dall’uscio di casa.  Le  strade,  i cortili  e  gli  spazi destinati ai “tracciati di impianto”, destinati alle costruzioni di nuovi condomini, invece, erano il terreno di gioco, per tornei improvvisati dei ragazzini. Per giocare in questi spazi impervi,  ci voleva un pallone dal peso equilibrato, diverso dal precedente “super tele” che era molto leggero e  dalle traiettorie imprevedibili. Nell’estate del 1962, grazie all’inventiva di Stefano Senio, un operaio  piemontese della Mondo S.p.a di Alba, nacque il “Super Santos”,  un pallone economico, di colore arancione con strisce nere, ispirato dalle  gesta della nazionale di calcio brasiliana, una sfera in pvc dal peso di 280 grammi e di un diametro di 23 centimetri. 

Fu messo sul mercato al costo di 350 lire ed oggi costa circa 2 euro .Fino al 2021, erano stati venduti  circa 15 milioni di esemplari diventando il pallone più diffuso al mondo. Il  “Super Santos” è stato fonte d’ispirazione di molti scrittori e cantautori. Roberto Saviano vi ha dedicato un romanzo da cui è stato tratto uno spettacolo teatrale ,con la regia di Mario Gelardi.  Francesco De Gregorio una copertina di un disco del 1978.

Questo post è stato letto 93 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *