Dal Macfrut dei record una lezione alla politica

Dopo le polemiche di dieci anni fa

Il prossimo sarà un Macfrut da record, l’ennesimo. Il merito va ascritto ad una persona: Renzo Piraccini. Le capacità manageriali del presidente della Fiera non si scoprono certo adesso. Però non era scontato che prendendo le redini di Cesena Fiera ottenesse risultati simili. Del resto lui era un numero dieci nel mondo dell’ortofrutta. Quello che faceva non era un salto nel buio, ma è innegabile che si sarebbe cimentato in un territorio per molti versi inesplorato. 

E’ anche indubbio che il successo di Macfrut è dovuto al trasferimento a Rimini. Se dieci anni fa non fosse stata fatta quella scelta la principale fiera cesenate avrebbe subito un fortissimo ridimensionamento. In questo caso il merito è di Paolo Lucchi. L’allora sindaco fece una scelta che sembrava inevitabile, ma che fu anche fortemente contestata. Ci fu anche una sorta di insurrezione. Marco Casali ci fece addirittura una maglietta con la scritta “Toglietemi tutto ma il non il Macfrut!”. Chissà cosa pensa adesso? Prima o poi lo sapremo perché essendo candidato a sindaco dovrà trattare anche l’argomento della fiera che non è certamente un tema di lana caprina. 

Ma questa vicenda è un importante monito per gli amministratori pubblici, in quanto insegna che la politica deve avere una visione extracomunale. Chiudersi all’interno dei propri confini ormai è anacronistico. Quello che serve è un sistema Romagna. Dovrebbe essere questo uno dei temi più importanti di questa campagna elettorale. Perché solo facendo sistema si potrebbero conquistare risultati importanti. Prendiamo, ad esempio, la E45. La trasformazione in autostrada sarebbe molto importante per Cesena che diventerebbe uno dei nodi stradali più importanti d’Italia, ma non solo. Ma a trarne benefici sarebbero anche gli altri territori. Il porto di Ravenna sarebbe più “vicino” all’Europa e al resto d’Italia. Ma ne avrebbe dei benefici anche l’aeroporto di Forlì e le aziende forlivesi, in particolare quelle di Villa Selva. Vantaggi però ci sarebbero anche per Rimini la cui Riviera sarebbe più facilmente raggiungibile. 

Questo post è stato letto 245 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *