Pronto soccorso, promesse da rispettare

Intervento di Mille Papaveri Rossi

Sui lavori al Pronto soccorso interviene Mille Papaveri Rossi.
Ampliamento del pronto soccorso: speriamo sia la volta buona!
Per l’ennesima volta, come viene promesso da anni, il cantiere per l’ampliamento del Pronto Soccorso sembra pronto a partire. Un parto che si é dimostrato particolarmente lungo e difficile, per un progetto  importante, atteso da tempo e per un servizio, come il Pronto Soccorso dell’ospedale Bufalini, assolutamente da migliorare.
Non solo, a questo progetto é stato vincolato anche il possibile, perché non si può parlare di certezze nonostante le lotte portate avanti da più parti in questi anni, ritorno (probabilmente parziale, saremo attenti osservatori) di “Emodinamica H24”.
Vogliamo essere ottimisti, e sperare che sia la volta buona. Un progetto che riteniamo importante, condiviso è atteso non solo dai cesenati, ma con il suo “trauma center”, eccellenza delle eccellenze dell’Ospedale Bufalini, da tanta parte delle Romagna. Ospedale Bufalini che per questo e tanti altri motivi merita, in attesa del nuovo ospedale investimenti importanti. Nuovo ospedale assolutamente fondamentale nel lungo periodo (sperando che non sia troppo lungo o infinito), sul quale al momento non ci sono grandi certezze, soprattutto sul finanziamento, e sul quale sarebbe stato assolutamente importante coinvolgere molto di più i cittadini cesenati, soprattutto sul come, sul dove, sul quando e sul quanto, ma questa é tutta un’altra storia e un’altro modo di fare politica.

Questo post è stato letto 93 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *