MixMonk a Crossroads

KRIS DEWITTE

FUSIGNANO. Per il suo secondo transito all’Auditorium Corelli di Fusignano (RA), venerdì 17 marzo alle ore 21 il festival itinerante Crossroads propone un’avventurosa rivisitazione della musica di Thelonious Monk firmata dai MiXMONK, trio dalle coordinate intercontinentali: il batterista statunitense Joey Baron e i belgi Bram De Looze al pianoforte e Robin Verheyen a sax tenore e soprano.

Crossroads 2023 è organizzato da Jazz Network in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e con il sostegno del Ministero della Cultura e di numerose altre istituzioni. Il festival vanta il patrocinio di ANCI Emilia-Romagna e di SIAE. Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Fusignano. Biglietti: prezzo intero euro 15; ridotto 13.

Il sassofonista Robin Verheyen e il pianista Bram De Looze sono figure di rilievo della scena jazzistica belga: solisti di notevole virtuosismo nonché leader dalla spiccata personalità. Hanno affrontato assieme la musica di Thelonious Monk nell’icastica formula del duo per anni. Poi arrivò Joey Baron, ed ecco fatti i MiXMONK.

Considerando la capacità di ‘ballare’ sui piatti e i tamburi che dovevano possedere i batteristi di Monk, un percussionista come Baron è quanto di più congeniale per questo repertorio. Con il suo ingresso l’omaggio a Monk ha assunto un tono di notevole originalità, quasi che la musica di ‘Sphere’ fosse “roba loro”. Lo si può ascoltare nelle due prove discografiche del trio: MixMonk (2019) e On the Loose (2022).

Joey Baron (nato in Virginia nel 1955) è sin dagli anni Ottanta un punto di riferimento assoluto del jazz più progressista: la sua presenza assidua alla Knitting Factory e le collaborazioni con Bill Frisell e John Zorn hanno fatto la storia dell’avant jazz newyorkese. Un fronte estetico che lo ha visto anche in compagnia di Tim Berne, Uri Caine, Herb Robertson, Hank Roberts, Dave Douglas. Ma non si può confinare Baron alla musica di frontiera: ha lasciato infatti un segno indelebile anche al fianco di Toots Thielemans, Jim Hall, John Abercrombie, Steve Kuhn, Joe Lovano… Lunga e proficua è stata inoltre la sua collaborazione con Enrico Pieranunzi.

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656,

e-mail: info@jazznetwork.it, website: www.crossroads-it.org – www.erjn.it – www.jazznetwork.it

Questo post è stato letto 128 volte