26 maggio a Cesena il festival dei Micromondi

Venerdì 26 Maggio dalle 17 alle 19 presso l’Aula ex-Macello di Cesena (via Mulini, 25) si terrà il “Festival dei Micromondi”,  un evento aperto alla cittadinanza in cui verranno presentati e messi in mostra 18 progetti didattici interdisciplinari (“micromondi”) sviluppati da scuole del territorio di ogni ordine e grado, nel contesto dell’iniziativa “Innova-Mente”, promosso dall’Unità Operativa di Ser.In.Ar. CRIAD (Centro di Ricerche e Studi dell’Informatica applicata alla Didattica), in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, CDE (Centro di Documentazione Educativa del Comune di Cesena) e FabLab Romagna.

La particolarità di questi progetti è di aver dato vita e compimento durante l’anno scolastico a percorsi che integrano e sfruttano nella didattica e per la didattica il “pensiero computazionale” e il “coding”, come linguaggi e tecnologie della sfera digitale e informatica.

“Il messaggio di fondo – spiega Alessandro Ricci, docente universitario e responsabile del CRIAD – è la visione di una scuola che, da un lato abbraccia pienamente l’innovazione, i linguaggi e tecnologie del digitale, dall’altro li vede non fini a se stessi, ma funzionali ad arricchire i percorsi e gli ambienti di apprendimento, per un apprendimento creativo all’insegna del piacere di imparare e sperimentare, in modo collaborativo. Questo è il messaggio di fondo del Progetto “Innova-Mente”, iniziativa sul territorio avviata a fine 2022, che proseguirà anche il prossimo anno scolastico, con l’obiettivo di promuovere e realizzare iniziative che concernono il tema ‘Innovazione, Didattica ed Educazione’, in collaborazione con il mondo della scuola e, più in generale, con tutte le realtà interessate”.

Per saperne di più ed entrare in contatto con il gruppo Innova-Mente consultare il sito: https://innova-mente.org.

Questo post è stato letto 95 volte

Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi".