Deco Industrie investe in ricerca e sviluppo

Sabato 4 maggio alle ore 9 l’Amministratore Delegato, Giorgio Dal Prato, insieme a tutto il board Deco Industrie, da Giordano Graziani, presidente, a Vito Di Chiaro, Direttore Qualità e Ricerca e Sviluppo detergenza ha ufficialmente aperto le porte del nuovissimo laboratorio di Bagnacavallo, fiore all’occhiello del dipartimento Ricerca & Sviluppo della Deco Industrie, e ha mostrato l’ampliamento dello stabilimento di produzione. Il simbolico taglio del nastro è stato fatto dal Presidente Legacoop Ravenna, Elio Gasperoni, e dal sindaco di Bagnacavallo, Laura Rossi.

 

IRL_1715

Nel settore della detergenza, l’azienda romagnola è decisamente all’avanguardia, non solo con l’allargamento del personale scientifico che si occupa di trovare nuove formule chimiche eco compatibili ed efficaci nel campo della detergenza, ma anche nelle tecnologie e negli investimenti profusi in questo importante settore. Come ha dichiarato Vito Di Chiaro: ”si tratta di un vero e proprio momento di svolta per la detergenza, visto che si sta passando da formulazioni semplici che contenevano più acqua che tensioattivi a formule complesse con più tensioattivi in poca acqua e questo comporta vantaggi per il consumatore e l’ambiente, ma anche una complessa progettazione delle ricette e non più una semplice miscela di materie prime”.

A seguire sono iniziati i lavori dell’assemblea annuale di bilancio, in cui l’azienda ha mostrato risultati e obiettivi del nuovo anno. In uno scenario macro economico 2012 caratterizzato – ha detto Giorgio Dal Prato, AD di Deco Industrie – da un anno ancora molto travagliato, dominato dall’incertezza dei mercati e da un rallentamento di crescita mondiale, si è constatato che purtroppo l’Italia già da 4 anni vive sotto gli effetti negativi della crisi finanziaria e della recessione. Anche se c’è stato un aumento della quota di export sul PIL questa non riesce a sostenere la domanda interna: I consumi scendono, i disoccupati aumentano e si è ampliata la platea di famiglie in forte difficoltà economica, con reddito insufficiente a coprire i consumi, la cui spesa pro-capite al netto dell’inflazione è arretrata ai livelli degli anni ’90. In questo quadro piuttosto negativo, c’è da considerare che l’industria alimentare con i suoi marchi commerciali continua ad essere un settore trainante: il mercato dei frollini tiene, cambiano i consumi, si preferisce la colazione a casa per risparmiare su quella del bar per esempio. Questo è un dato fondamentale per capire la situazione odierna: da un lato continua la forte contrazione dei consumi fuori casa, tra cui la colazione al bar è la prima vittima, che ha come riflesso l’incremento di prodotti anti-ciclici, quali sono i frollini.

IRL_1705

Deco Industrie, ricordiamo, è un’azienda che produce detersivi, biscotti, dolci da ricorrenza, piadina e panetti croccanti con i propri marchi (Scala, Loriana e Pineta) e per conto delle maggiori insegne della grande distribuzione italiana. L’azienda impiega circa 240 persone (in crescita risetto al 2011) in Romagna, che aumentano nel periodo di produzione di colombe pasquali e panettoni (332 nell’ultimo anno), ed ha 3 stabilimenti produttivi: Bagnacavallo (detergenza), San Michele e Forlì (alimentare). Questa struttura consente di produrre e spedire ai propri clienti, ogni giorno lavorativo, quasi 500.000 confezioni di prodotto.

Risultati Deco

Il Direttore Amministrazione e Finanza, Amedeo Fanti, ha spiegato che in un mercato così difficile Deco Industrie, complessivamente (sia nel settore detergenza che alimentare) è comunque riuscita a crescere: il fatturato 2012 è stato di circa 112 milioni di euro (+10% rispetto a quello dell’anno precedente), con cash flow di oltre 5 milioni di euro. Il risultato netto è stato positivo e in crescita rispetto all’anno precedente.

Il Direttore Commerciale, Paolo Geminiani, ha spiegato che il fatturato è stato trainato dal buon andamento delle marche commerciali e dall’ottimo andamento del marchio Scala, cresciuto di oltre il 30%.

Welfare sociale e impegno sul territorio

Antonio Campri, Direttore Tecnico, ha fatto il punto sul piano della Sicurezza e sugli investimenti.

L’impegno dell’azienda per il miglioramento della qualità della vita si realizza innanzitutto con la salvaguardia e miglioramento dell’ambiente e l’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali – ha detto Giordano Graziani, presidente Deco Industrie e come previsto nel piano strategico 2012/2014 puntiamo sulla ricerca e sviluppo per adeguare la qualità e la competitività dei nostri prodotti, ridurre l’impatto ambientale e conquistare nuovi volumi di produzione. Nell’alimentare ricerchiamo biscotti con caratteristiche di benessere e salutistici, nella detergenza prodotti green e più concentrati. In particolare, nel 2013 aumenteremo ulteriormente l’uso di plastica riciclata e il risparmio di cartone” ha concluso il presidente, chiedendo ai soci di continuare nell’impegno dimostrato in questi anni.

Questo post è stato letto 87 volte

Avatar photo

Romagnapost.it

Le notizie più interessanti, curiose e divertenti prese da Internet e pubblicate su Romagnapost.it. A cura dello staff di Tribucoop. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *