CambiaForlì ha presentato il programma e il candidato sindaco Luigi Ascanio

Una saletta della Banca di Forlì gremita ha saluto l’esordio pubblico della lista CambiaForlì! e del proprio candidato sindaco Luigi Ascanio, in vista delle prossime elezioni amministrative di fine maggio.

Nel corso della serata sono state puntualizzate le motivazioni che hanno portato all’avvio di questo progetto politico innovativo, basato sull’impegno generoso di tanti cittadini a cui sta a cuore il destino della propria città al fine di approntare un progetto politico di rilancio e di sviluppo di ampio respiro che dia speranza verso il futuro e inverta la tendenza al declino che la città sta vivendo.

“I punti su cui ci impegneremo – ha precisato Luigi Ascanio – e su cui stiamo costruendo il programma politico sono 8: sviluppo e territorio, cultura e marketing territoriale, politiche giovanili, scuola e formazione, sanità, welfare e nuove povertà, università e sicurezza. Su questi ci concentreremo, ribadendo che oggi le priorità sono il lavoro, il sostegno alle imprese e alle famiglie. Serve un progetto complessivo di sviluppo trasversale che coinvolge il centro storico (che sarà possibile rilanciare solo tornandovi ad abitare), il patrimonio culturale (che può diventare una risorsa in termini economici e di occupazione), le infrastrutture e la viabilità, perché Forlì non può rimanere fuori dai gradi collegamenti europei, la formazione, la scuola e l’università, che vanno viste più in sinergia con il mondo imprenditoriale e i giovani che hanno  bisogno di opportunità di svago, studio e aggregazione per vivere al meglio la loro età e mettere le basi per diventare adulti attivi nel contesto sociale”.

Un vivace dibattito ha seguito l’intervento del candidato sindaco, che ha ricevuto gli auguri di tanti forlivesi accorsi ad ascoltarlo fra cui l’ex sindaco Franco Rusticali.

I prossimi appuntamenti della lista civica, denominati “I martedì di CambiaForlì!”, presentati nel corso della serata, saranno forum tematici in cui approfondire particolari questioni relative allo sviluppo della città, che prenderanno il via il 1 aprile prossimo. Nel corso dell’evento è stata anticipata la costituzione dell’associazione culturale “CambiaForlì!”, un organismo di dialogo, confronto e creatività politica, che sarà operativo in modo permanente anche dopo la tornata elettorale.

Questo post è stato letto 68 volte

Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi". 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *