COIEC, una grande squadra che porta la luce

I tecnici della cooperativa al lavoro con Enel, Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine e Protezione Civile. Undici gruppi di pronto intervento hanno operato per ripristinare la rete elettrica colpita dalla neve

Un enorme “grazie” ai colleghi soci e non soci che negli scorsi giorni hanno lavorato fianco a fianco con i tecnici Enel, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile e le Forze dell’Ordine. Così dopo le disastrose precipitazioni di febbraio il presidente di Coiec Pierluigi Palazzi e il vicepresidente Beniamino Caselli hanno inteso evidenziare il lavoro svolto dalla cooperativa, «una grande squadra al servizio dei cittadini per riportare l’energia elettrica in decine di luoghi di montagna colpiti dall’emergenza maltempo». Un ringraziamento a cui si è aggiunto quello di Legacoop Romagna, per bocca del responsabile di settore Valdes Onofri e della presidente Ruenza Santandrea. Coiec, la cui sede principale è a Cesena, è una delle aziende selezionate da Enel con la delicatissima missione di costruire e tenere efficienti gli impianti per la trasmissione e la distribuzione dell’energia elettrica sul territorio nazionale. Undici i team di pronto intervento di Coiec che hanno lavorato ininterrottamente dalla notte di giovedì 5 a sabato 13 febbraio, 35 persone che hanno operato per riportare l’elettricità dove gli alberi che si sono abbattuti sui cavi per il peso della neve e i manicotti di ghiaccio avevano causato l’interruzione del servizio.
Un lavoro tecnicamente difficile e non esente da rischi, specialmente nelle zone più impervie dell’Appennino. «L’emergenza ora è rientrata – spiega il vicepresidente Caselli – e stiamo lavorando per completare le opere necessarie a riportare le linee elettriche alla loro piena funzionalità». Gli uomini di COIEC sono intervenuti da Bologna a Rimini, portando gruppi elettrogeni, riparando i cavi e ripristinando i collegamenti. Sette uomini sono stati richiamati dalla Toscana, dove è presente una sede operativa. La gestione degli imprevisti è pane quotidiano per i tecnici di Coiec, che si erano già fatti onore in occasione del “nevone” del 2012 e degli eventi sismici del 2013 in Emilia.
«Siamo una delle pochissime imprese organizzate in forma cooperativa che svolgono questo tipo attività – spiega Palazzi – e siamo orgogliosi della nostra identità, che portiamo avanti da più di cinquant’anni». Coiec è nata nel 1962, con la nazionalizzazione dell’Enel. Oggi la cooperativa è accreditata secondo le norme internazionali ISO 9001:2008, OHSAS 18001:2007 e ISO 14001:2004 e i suoi operatori seguono corsi di specializzazione che la collocano nella fascia alta del mercato.

Articolo apparso nel n.2/2015 del mensile La Romagna Cooperativa

Questo post è stato letto 156 volte

Avatar photo

Emilio Gelosi

Giornalista professionista. Nel 2013 da una mia idea è nata RomagnaPost, il multi blog che parla della Romagna. RomagnaPost non è una testata registrata, ma una infrastruttura tecnologica, uno spazio virtuale di aggregazione dei contenuti in cui scrivono i migliori autori della Romagna. Ogni autore è responsabile in prima persona di quanto scrive. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *