Casali unica certezza

Per il resto il mondo politico​ cesenate è alla ricerca di una identità. Incertezze ci sono in tutti gli schieramenti

Mai dire mai, ma in questo momento Marco Casali pare essere l’unica certcezza di un quadro politico che a Cesena è in cerca di identità. Il leader di Libera Cesena si è guadagnato sul campo non solo il ruolo che sta svolgendo, ma anche la candidatura a sindaco per le prossime elezioni. Non so cosa voglia fare Faggiotto, ma se fossi in Casali me lo porterei in squadra. Faggiotto nella vicenda della caserma dei carabinieri è stato bravo. Ha commesso qualche ingenuità dovute all’inesperienza, ma chapeau, veramente. Anche per questo sono state ingiuste le accuse di conflitto di interesse che gli sono state mosse. Adesso, però, deve decidere cosa fare da grande. O, perlomeno, cosa fare nell’immediato futuro. Di sicuro si è guadagnato una visibilità e una credibilità che gli sarebbero molto utili se decidesse di candidarsi.

Dalle altre parti tutto latita. Il Pd continua a sfogliare la margherita. Adesso tutto tace in attesa delle primarie. Poi il partito sarà concentrato sulle politiche. La scelta delle candidature sarà legata a doppio filo a quella locale. Ad esempio, se Lattuca resterà parlamentare non correrà per la poltrona di sindaco. È impensabile che si dimetta dopo un anno. Stesso discorso per Lia Montalti. Dovrà decidere se mettere un cip alla possibilità di diventare sindaco di Cesena, oppure puntare a restare in Regione. Tutte decisioni che comunque devono essere prese entro autunno inoltrato. Per il resto il Pd non è che abbia molti altri nomi. Ci sono “Bicio” Landi e Simona Benedetti.

nuovo

Intanto il Pd dovrà lavorare per le alleanze. Guarderà al centro, a sinistra, farà la politica dei due forni? Sul tema della alleanze potenzialmente potrebbero tornare in gioco anche i Liberaldemocratici, soluzione percorribile soprattutto se la candidata fosse Lia Montalti.

 

Sempre restando a sinistra bisogna capire cosa faranno le varie anime. La soluzione migliore sarebbe creare un soggetto unico. Più facile da dire che da fare.


C’è attesa per capire anche cosa faranno i 5Stelle, situazione legata a filo doppio anche a Cesena siamo noi. È molto difficile che ci possa essere il terzo mandato. Quindi Natascia Guiduzzi non potrà più essere candidata. Resterà da capire quale ruolo avrà nel partito. Se continuerà ad essere il punto di riferimento è difficile che ci possano essere avvicinamenti con Cesena siamo noi, cosa che invece potrebbe accadere se i 5Stelle resettassero tutto.

Questo post è stato letto 76 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *