ScrittuRa Festival arriva a Lugo e Cotignola

Claudia Durastanti

LUGO. ScrittuRa si aprirà giovedì 23 maggio al Chiostro del Carmine alle 17 con la giallista italo-americana Ben Pastor con “La fossa dei lupi o come proseguono I promessi sposi” (Mondadori).

Nel libro Renzo, Lucia, Don Abbondio, l’Innominato sono i grandi e indimenticabili personaggi de I promessi sposi… Ma cosa succede quando ce li ritroviamo davanti a tre anni di distanza dall’inizio delle loro avventure nel novembre del 1628? Che sorpresa: economicamente sistemati, in attesa di un figlio, mentre Milano si rialza dopo i disastri della peste. Andrebbe tutto bene se il loro persecutore pentito, al secolo Bernardino Visconti, non venisse assassinato nei monti sopra Lecco, in un luogo impervio dove si dà la caccia ai lupi. La scrittrice dialoga con Patrizia Randi.

Si proseguirà alle 18.30 con l’intellettuale Elena Loewenthal con “Breve storia (d’amore) dell’ebraico” (Einaudi), in dialogo con Matteo Cavezzali: Una lingua antica e nuova, bella e aspra ma talora dolcissima, scarna ed eloquente. L’ebraico è antichissimo e non è mai morto. 

Alle 21 chiuderà la prima serata, sempre al Chiostro del Carmine Francesca Giannone che è stata l’autrice più letta in Italia nel 2023 con “La portalettere” (Nord). Il suo romanzo è ambientato in Salento nel 1934. A Lizzanello, un paesino di poche migliaia di anime. Dialoga con l’autrice Maria Chiara Sbiroli, direttrice della biblioteca Trisi.

Venerdì 24 maggio sarà Romana Petri ad aprire la giornata al Chiostro del Carmine alle 17 con “Tutto su di noi” (Mondadori). L’autrice tre volte finalista del premio Strega, dopo aver raccontato la vita di Jack London e Antoine de Saint-Exupéry ci porta a conoscere Marzia che cerca la perfezione. Dialoga con Teodorica Angelozzi 

Alle 18.30 sarà ospite Daniele Mencarelli che dopo il grande successo di “Tutto chiede salvezza”, da cui è stata tratta la fortunata serie Netflix, è tornato a confrontarsi con il linguaggio poetico in “Degli amanti non degli eroi” (Mondadori). L’incontro sarà moderato dagli studenti del Polo Tecnico Professionale di Lugo. 

Alle 21 al Pavaglione il divulgatore Massimo Polidoro ci porterà ne “La meraviglia del tutto” (Mondadori) una conversazione sui massimi sistemi: l’universo, la natura, nato dall’ultimo incontro con Alberto Angela per cui la meraviglia del tutto è una lezione di vita. In dialogo con Matteo Cavezzali.

Sabato 25 maggio al Chiostro del Carmine alle 17 Ilaria Maria Dondi presenterà “Libere: di scegliere se e come avere figli” (Einaudi) saggio sulla maternità e gli obblighi delle donne nella società contemporanea, in dialogo con Maria Chiara Sbiroli.

Dopo di lei, alle 18.30, la scrittrice italo-americana Claudia Durastanti con “Missitalia” (La nave di Teseo). Dopo il successo internazionale di “La straniera”, Durastanti torna con un libro percorso dalle figure magiche e sfuggenti di tre donne. Dialoga con Patrizia Randi

Alle 21 al Pavaglione si da spazio al divertimento e alla comicità culinaria di Niccolò Califano e Matteo Cavezzali con “Pop Artusi”. Il caustico cuoco-dottore di Masterchef e lo scrittore romagnolo raccontano le origini della ossessione italiana per il cibo in una serata divertente con tante curiosità sulla nostra tavola. 

Domenica 26 maggio alle 17 la filosofa Lucrezia Ercoli ci porta alla scoperta de “Lo spettacolo del male. Da Squid Game al True crime: perché abbiamo bisogno 
di mostri” (Ponte alle Grazie). Perché siamo così attratti dalla rappresentazione del male? Un’analisi sorprendente del nostro lato oscuro attraverso grandi produzioni della cultura di massa.

Alle 18.30 la vincitrice del Premio Strega Helena Janeczek ripercorre in “Il tempo degli imprevisti” (Guanda) il Novecento dall’inizio, rivivendo dall’interno di ogni personaggio il passato non ancora concluso per provare a raccoglierne l’eredità irrisolta. Dialoga con Giuditta Lughi.

Alle 21 al Pavaglione con Nello Cristianini e  “Machina Sapiens” (Il Mulino). Le macchine possono pensare? Come cambieranno la nostra vita le Intelligenze Artificiali? Il massimo esperto di AI, docente alla University of Bath ci rivela il futuro dell’umanità. Dialoga con Matteo Cavezzali. 

Il festival si chiuderà mercoledì 29 maggio al Teatro Binario di Cotignola alle 21 con Francesco Costa e “Frontiera” (Mondadori): un sorprendente viaggio on the road negli Stati Uniti alla vigilia delle elezioni presidenziali, all’esplorazione di un paese che rivela un po’ del nostro futuro, nel bene e nel male. Dialoga con Matteo Cavezzali.

ScrittuRa Festival è realizzato dalla Associazione Onnivoro in collaborazione con la biblioteca Trisi e il Caffè Letterario di Lugo grazie al contributo del Comune di Lugo, della Regione Emilia-Romagna, dal Centro per il libro e la lettura per il progetto Nutrimenti, e con la sponsorizzazione di Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo, Gruppo Hera e Coop Alleanza 3.0.

Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito. In caso di maltempo le giornate di giovedì e venerdì si svolgeranno al centro Il Tondo, mentre quelle di sabato e di domenica saranno al Salone Estense. 

Il programma completo su www.scritturafestival.com

Questo post è stato letto 110 volte

Commenti Facebook