Amici dell’Hospice: raccolti 2.200 euro con l’evento “Una piega per l’Hospice”

Nelle domeniche 19 e 26 marzo si è svolta a Forlimpopoli la 4a edizione de “Una piega per l’Hospice”. Grazie alla disponibilità di tante parrucchiere che donano gratuitamente il proprio lavoro, è stata offerta una messa in piega alle signore, a fronte di un contributo di appena 10 euro, che sarà destinato alle attività dell’associazione Amici dell’Hospice.

Probabilmente quando Giovanna Conficoni, parrucchiera forlimpopolese, inventò questa iniziativa, per ricordare un’amica e collega scomparsa prematuramente proprio all’Hospice, non immaginava potesse esserci un crescendo di entusiasmo attorno a questa idea solidale indubbiamente innovativa: ebbene ogni anno, con il coinvolgimento di un numero crescente di parrucchiere volontarie e di tante donne che si fanno acconciare, la Piega per l’Hospice ha raggiunto livelli di partecipazione rilevanti: infatti nel corso delle due domeniche sono state oltre 200 le signore partecipanti e circa 2.200,00 euro il ricavato dalle loro donazioni e dalla vendita solidale di Uova di Pasqua e biscotti caserecci, proposti contestualmente alla Piega.

“Vogliamo esprimere – affermano Alvaro Agasisti e Marco Maltoni, rispettivamente presidente e responsabile scientifico dell’associazione Amici dell’Hospice – un grazie di cuore a tutti coloro che rendono possibile questa bella manifestazione e che, con il loro impegno, sostengono le nostre iniziative a favore degli ospiti degli Hospice di Forlimpopoli e Dovadola e dei loro famigliari”.

Questo post è stato letto 58 volte

Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi". 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *