Un progetto per piazza della Libertà

La proposta di Davide Fabbri (Cesena in Comune)

Per piazza della Libertà progetto della Lista civica “Cesena in Comune”, con Davide Fabbri candidato a sindaco di Cesena.




Davide Fabbri

Un progetto importante per l’intero centro storico, che consiste nella riqualificazione urbana necessaria a sanare lo scempio compiuto in Piazza della Libertà a Cesena, laddove si è creato uno strappo del tessuto urbano.
Il danno causato dall’Amministrazione PD alla città, ed a tante famiglie messe sul lastrico, è di proporzioni enormi e sotto gli occhi di tutti. Piazza della Libertà, ancora da ultimare a distanza di anni dall’inizio dei lavori, si presenta infatti talmente fredda da non poter essere frequentata né di giorno né, ovviamente, di notte. Occorre pertanto trovare una soluzione, per eliminare l’attuale deserto di cemento.
Lanciamo con forza l’idea della realizzazione di una struttura fissa in vetro, legno e ferro, che andrà a coprire una parte della Piazza per ospitare diverse attività, di cui il centro storico ha un grandissimo bisogno. Occorre far tornare in centro i consumi dirottati verso supermercati, centri commerciali, ipermercati.

Foto Zanotti


Al mattino, dal lunedì al venerdì, la struttura ospiterà un mercato permanente di prodotti ortofrutticoli freschi a km 0 posti in vendita da un Consorzio di produttori locali a prezzi convenienti insieme ad altri prodotti DOP romagnoli. Un luogo di consumo consapevole dove i produttori locali possano vendere direttamente ai consumatori, senza intermediazioni, prodotti di filiere trasparenti ottenuti nel rispetto della qualità, e salvaguardia della biodiversità.
Questa iniziativa si pone diversi obiettivi, tutti a vantaggio dei consumatori, fra i quali anche la convenienza nell’acquistare prodotti migliori di quelli che abitualmente si trovano sugli scaffali dei supermercati ed a prezzi inferiori.


Nelle ore pomeridiane la struttura potrebbe essere utilizzata per iniziative di aggregazione e socializzazione di varia natura, culturale e sociale. Pensiamo ad un mercatino del riciclo e dello scambio, particolarmente apprezzabile in tempo di crisi economica, dato che siamo in presenza di tante persone che si stanno avvicinando sempre di più alla soglia della povertà.
Nelle ore serali la struttura potrebbe divenire un piacevole luogo per incontri fra i cittadini, per rappresentazioni teatrali, spettacoli culturali in genere, mentre nei fine settimana si potrebbero ospitare eventi di vario tipo, tesi a rivitalizzare il centro storico della città.

Davide Fabbri




La nostra proposta mira a realizzare un intervento urgente e necessario, che potrebbe essere realizzato a costo zero per l’Amministrazione comunale, grazie allo strumento del “progetto di finanza” e all’intervento dei privati che lo gestiranno; che trasformerebbe questo spazio oggi deserto e degradato, in un piccolo “Covent Garden” londinese o, forse meglio, in un piccolo “Mercado de la Boqueria” di Barcellona dedicato alle specialità alimentari. Con grandi ritorni anche in termini di flussi turistici.

Questo post è stato letto 84 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *