Presentato ufficialmente l’Archivio Video Forlivese (AVF), un progetto innovativo per Forlì

L'AVF è stato creato con l'obiettivo di videoregistrare e diffondere integralmente i più significativi eventi culturali della città


E’ stato presentato ufficialmente l’Archivio Video Forlivese (AVF), un progetto innovativo ideato da Riccardo Bevilacqua, vice presidente dell’Associazione HAL 9000 APS, che lo ha esposto in conferenza stampa nel dettaglio.
L’AVF, creato nel 2022, si propone di videoregistrare e diffondere integralmente i più significativi eventi culturali della città, come conferenze, convegni, tavole rotonde, presentazioni di libri, inaugurazioni di mostre e incontri musicali.

A differenza dei brevi servizi giornalistici, i video dell’AVF riproducono integralmente ogni evento, permettendo una fruizione completa e dettagliata. I temi trattati spaziano dalla pittura all’archeologia, dalla musica alla scienza, dalla storia alla filosofia, contribuendo a valorizzare il patrimonio culturale come motore di cambiamento. Il progetto AVF mira a promuovere lo sviluppo della cultura, moltiplicando la conoscenza e favorendo la coesione sociale e la partecipazione per una cittadinanza più attiva.

Fino ad oggi, sono stati realizzati oltre 140 video, archiviati integralmente con titoli, testi e musiche. Il crescente interesse da parte di associazioni, enti e cittadini ha richiesto un’evoluzione del progetto da attività amatoriale a semi-professionale. Per rispondere a questa necessità, l’Associazione HAL 9000 APS ha partecipato e vinto il bando “Cultura Attiva” del Comune di Forlì, attivando una campagna di crowdfunding tramite la piattaforma Ginger. Questo è il link per accedere al crowdfunding: https://tinyurl.com/GingerAVF

Gli obiettivi della campagna crowdfunding sono:

  • Acquisire competenze per progettare e promuovere la professionalità del canale.
  • Organizzare la pianificazione e il miglioramento dell’attività di volontariato.
  • Ampliare e migliorare la strumentazione tecnica e le conoscenze informatiche.
  • Progettare e creare un sito dedicato contenente l’archivio video suddiviso per argomenti e anni.

Scopo principale è aumentare il numero delle registrazioni, che al momento sono per il 97% realizzate a Forlì, con alcuni video girati anche a Terra del Sole, Predappio e Forlimpopoli.

Il progetto AVF ha ricevuto contributi spontanei di video amatoriali da parte degli utenti, arricchendo ulteriormente l’archivio. Inoltre, sono previsti prodotti editoriali di collezioni private spesso sconosciute. Ad esempio, sono stati realizzati video su una collezione di spartiti musicali dei primi decenni del ‘900 e sulla celebrazione dei 40 anni del Naima Jazz Club, con foto inedite di Chet Baker a Forlì nel 1984. È in fase di montaggio un video su una collezione di dischi 78 giri composta da oltre 60.000 pezzi. L’AVF include anche videoregistrazioni di mostre di pittori forlivesi, con foto di tutte le opere esposte.

Eventi di rilievo come l’incontro tra la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e la presidente UE Ursula von der Leyen, e il Concerto di Natale all’Abbazia di San Mercuriale con il violinista internazionale Guido Felipe Sant’Anna, sono stati videoregistrati integralmente. Anche le testimonianze sportive, come quelle sulla scomparsa del ciclista Ercole Baldini, sono state documentate esclusivamente dall’AVF. Un altro evento significativo è la digitalizzazione dei disegni delle ceramiche della Collezione Aurelio Melandri, presentata il 3 maggio 2024.

Tutti i video sono pubblicati online sul canale YouTube dell’Associazione HAL 9000 APS: https://www.youtube.com/@HAL9000APS/

I video seguono l’ordine cronologico di inserimento e sono consultabili nella playlist dell’Archivio Video Forlivese: https://youtube.com/playlist?list=PLnZTm6rKVST22N3RN6UT1gVa0zZIeWbId&si=Sr6r_K-0IO_3IxV7

Il progetto AVF prevede la creazione di un sito-archivio dedicato, con argomenti riuniti per tema e sezioni suddivise per anni.

Per ulteriori informazioni: Associazione HAL 9000 APS – E-mail: hal9000aps@pm.me
Telefono: +39 347 889 6878 / +39 335 801 0600

Questo post è stato letto 128 volte

Commenti Facebook
Avatar photo

Marco Viroli

Marco Viroli è nato a Forlì il 19 settembre 1961. Scrittore, poeta, giornalista pubblicista, copywriter, organizzatore di eventi, laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione di mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc., per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di pubbliche relazioni per la Fondazione “Dino Zoli” di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni librarie in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è anche direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali di Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al Consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 al 2019 è stato addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 al 2020 ha collaborato con la catena Librerie.Coop come consulente Ufficio Stampa ed Eventi. Dal 2016 al 2020 è stato fondatore e vicepresidente dell’associazione culturale Direzione21 che organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura pubblica integrale della Divina Commedia. Da settembre 2019 a dicembre 2020 è stato fondatore e presidente dell’associazione culturale “Amici dei Musei San Domenico e dei monumenti e musei civici di Forlì”. Da dicembre 2020 è direttore artistico della Fabbrica delle Candele, centro polifunzionale della creatività del Settore delle Politiche Giovanili del Comune di Forlì. PRINCIPALI PUBBLICAZIONI Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004), Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007) e "Canzoni d'amore e di funambolismo (2021). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme a Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve), cui ha fatto seguito, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol. 2-3-4 (Ass. Cult. Antica Pieve). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani,(Edit Sapim, 2019). Sempre nel 2019 ha pubblicato a doppia firma con Gabriele Zelli Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna volume 4 («Il Ponte Vecchio») e Forlì. Guida al cuore della città (foto di F. Casadei, Diogene Books). Con Gabriele Zelli ha inoltre dato alle stampe: La grande nevicata del 2012 (2013), Sulle tracce di Dante a Forlì (2020), in collaborazione con Foto Cine Club Forlì, Itinerario dantesco nella Valle dell’Acquacheta (2021), foto di Dervis Castellucci e Tiziana Catani, e I luoghi di Paolo e Francesca nel Forlivese (2021), foto di D. Castellucci e T. Batani. È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016).