La Cassa di Risparmio è salva

Non possono essere interpretate altrimenti le parole di Antonio Patuelli. Mancherebbero ancora un po' di soldi, ma pare che il fondo li abbia trovati. Oggi il cda

Cassa di Risparmio salva. Ancora non è ufficiale. Ma non si possono interpretare in altro modo le parole del ravennate Antonio Patuelli, presidente Abi.

Oggi   in un’intervista pubblicata su La Stampa, è stato più che rassicurante.

Alla domanda: molti investitori sono preoccupati per le sorti della casse di Cesena, Rimini e San Miniato ha riposto: “Sono preoccupazioni che non sussistono. La soluzione di questi problemi ormai è vicina: ormai è  in dirittura d’arrivo la trattativa tra Crédit Agricole Cariparma e il fondo interbancario di tutela dei depositi”.

Insomma, se Patuelli si sbilancia fino a questo punto vuol dire che i problemi sono superati. Sì, perché qualche problemino c’era ancora. All’appello manca o mancava una cifra che oscilla fra i 150 e i 200 milioni di euro. Soldi necessari per mettere in sicurezza i crediti deteriorati. A Cesena, ad esempio, hanno coperto poco più del sessanta per cento. Operazione che è fondamentale perché gli acquirenti vogliono avere la banca “pulita”.

Quei soldi li deve trovare il fondo interbancario che sta gestendo la transazione. La riunione del cda è in programma per oggi, ma se Patuelli, fra l’altro è uno dei componenti del cda, si è sbilanciato,  vuol dire che la soluzione è stata trovata.

Altro timore era che la trattativa si potesse arenare vista la conflittualità in corso fra Italia e Francia. Ma nessuno pare preoccupato di una simile ipotesi. Nessuno, infatti, avrebbe interesse a farla saltare. Da una parte c’è Credit Agricole che vuole allargarsi, ma non lo può fare in Francia per un problema di antitrust. E Cesena e Rimini sono due piazze molto interessanti. San Miniato c’è finita nel pacchetto.

Dall’altra ci sono gli istituti di credito italiani che sanno non solo di avere un margine di manovra vicino allo zero, ma sanno anche che all’orizzonte non ci sono altre soluzioni. Nella vita mai dire mai, ma è difficile pensare che se verranno trovati i soldi l’accordo possa essere messo in discussione per problemi politici.

Questo post è stato letto 65 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *