75 Dollar Bill al Bronson

RAVENNA. Il trio statunitense 75 Dollar Bill sarà protagonista del primo dei due concerti del festival Ravenna Jazz previsti al Bronson di Madonna dell’Albero (RA).

Venerdì 6 maggio (inizio alle ore 22) questa band di culto dell’underground newyorkese si getterà a capofitto in uno dei suoi tipici set dalle sonorità e i ritmi visionari, con le percussioni di Rick Brown, la  chitarra elettrica di Che Chen e il contrabbasso di Andrew Lafkas. Biglietti: intero euro 15, ridotto 13.

In giornata, al Centro Mousiké (ore 10-13 e 14:30-16:30), si terrà anche il primo dei tre seminari di “Mister Jazz” che scandiranno lo svolgimento del festival ravennate. In “Ritmi & colori del tempo”, un docente d’eccezione come Roberto Gatto, il batterista più rappresentativo del jazz italiano, affronterà questioni ritmiche rivolgendosi a tutti gli strumentisti, non solo ai batteristi. Gatto ha da poco pubblicato il libro didattico Jazz Drum Book (Volontè&Co), che fornirà una linea guida per i suoi insegnamenti. Iscrizione: euro 25.

Ravenna Jazz è organizzato da Jazz Network con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura del Comune di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno del Ministero della Cultura e con il patrocinio di ANCI Emilia-Romagna. Ravenna Jazz dedica questa sua edizione a Roberto Masotti, celebre fotografo e grande amico, improvvisamente scomparso. Roberto avrebbe dovuto partecipare a questa edizione del festival in veste di docente di un seminario di fotografia jazz.

Ancestrali. Ipnotici. Lisergici. Sciamanici. Se mai avvenisse una nuova rivoluzione giovanile in stile Sessantotto, i 75 Dollar Bill ne sarebbero probabilmente la colonna sonora ufficiale: hipster come più non si può, missing link tra rock-blues, psichedelia, jazz, minimalismo e avanguardia. Più che i musicologi, bisognerebbe scomodare le neuroscienze per spiegare come la loro musica prenda possesso degli ascoltatori, con ritmi ossessivamente immutabili e incantatori, bordoni armonici che funzionano come formule di un rituale magico, riff di chitarra la cui intonazione stravolge tutte le logiche della sei corde elettrica (Che Chen usa anche uno strumento con i tasti posizionati per quarti di tono, sul quale le cadenze blueseggianti finiscono per ammantarsi di riverberi esotici).

Formatisi a New York nel 2012, i 75 Dollar Bill sono un duo (il già citato chitarrista Che Chen e il percussionista Rick Brown) che non di rado si espande ospitando altri musicisti, trasformandosi in trio o in organici assai più ampi come la Little Big Band e addirittura una marching band di venticinque elementi. Per la loro esibizione ravennate la formazione sarà completata dal bassista Andrew Lafkas, collaboratore assiduo dei 75 Dollar Bill.

A parte una manciata di titoli ‘ufficiali’ (tra i quali spicca il pluripremiato I Was Real del 2019), la loro discografia è formata da varie autoproduzioni diffuse su cassetta o in formato digitale.

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656

e-mail: info@jazznetwork.it,

website: www.ravennajazz.it – www.crossroads-it.org – www.erjn.it – www.jazznetwork.it

Questo post è stato letto 107 volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *