8 novembre: presentazione del libro “Il coraggio delle parole sulla Linea Gotica”

Domenico Guzzo e Vladimiro Flamigni, autori del volume

Martedì 8 novembre alle ore 17,30 presso la Sala Randi del Comune di Forlì (via delle Torri, 13) è in programma la presentazione del volume “Il coraggio delle parole sulla Linea Gotica. I volantini clandestini della resistenza in Romagna (1943/1944). Il libro, pubblicato recentemente da Grafikamente Editore, è parte integrante della Collana dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena ed è stato curato dai ricercatori e saggisti Vladimiro Flamigni e Domenico Guzzo.

Il volume rappresenta un documento storico di grande valore, in quanto contiene tutti i volantini diffusi clandestimente nel corso della Seconda Guerra Mondiale fra l’8 settembre 1943 e il 9 novembre 1944 (giorno della liberazione di Forlì) nella provincia (che allora comprendeva anche Rimini) e in alcune zone del ravennate. La pubblicazione di questi documenti sono, quindi, una reale testimonianza, tramite la quale è possibile cogliere il pensiero delle “avanguardie resistenti” e le dinamiche delle agitazioni e delle lotte da loro promosse e, nello stesso tempo, comprendere l’evolversi della guerra civile, dopo l’armistizio, nella Terra del Duce, trasfigurata nella trincea più avanzata della Linea Gotica.

I volantini, pubblicati in progressione temporale e annotati criticamente per gruppi tematici, permettono di ricostruire il percorso “resistente” all’interno dell’atrocità dell’occupazione militare, dai contesti e dalle ragioni dell’elaborazione, fino alla stampa e alla diffusione, passando per le riflessioni sulla relazione e le finalità proposte.

Questo preziosissimo materiale, conservato in originale presso l’Istituto Storico della Resistenza, utilizzato in passato per mostre o per arricchire pubblicazioni sulla Resistenza, mai prima di oggi nella sua integrità, era stato oggetto del lavoro organico che ha portato alla pubblicazione del volume. Anticipato da una narrazione che riguarda le stamperie clandestine attive sul territorio, il libro propone, mese per mese (o in gruppi di mesi), i volantini, sapientemente introdotti da una presentazione che inquadra il contesto storico di pubblicazione e la cronologia degli eventi.

Per i contenuti che affronta, il volume è stato pensato non solo per gli studiosi di quel periodo, ma anche per l’intera comunità cittadina legata ai calendari delle ricorrenze civili e sensibile agli ideali della resistenza, della libertà e della partecipazione popolare, di cui sono largamente intrisi i volantini inseriti nella pubblicazione.

All’evento dell’8 novembre, che fa parte del cartellone delle iniziative del Comune di Forlì per fare memoria della liberazione di Forlì, parteciperanno oltre agli autori Domenico Guzzo e Vladimiro Flamigni, anche Alessandra Ascari Raccagni, presidente del Consiglio Comunale di Forlì, Mario Proli(giornalista) e Gigi Mattarelli (editore del volume).

Questo post è stato letto 111 volte

Commenti Facebook
Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi".