Gianluca Aguzzi si aggiudica la II edizione del premio di laurea Sergio Focardi

Alessandro Ricci e Gianluca Aguzzi

Venerdì 17 marzo, presso l’Aula Magna del Campus di Cesena si è svolta la cerimonia di assegnazione del Premio di Laurea Sergio Focardi, istituito da Ser.In.Ar. due anni fa per onorare la memoria dell’illustre professore. Sergio Focardi, scomparso il 22 giugno 2013, è stato fino al 1990 preside della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali di Bologna e, successivamente, uno dei principali promotori della Laurea in Scienze Informatiche presso il Campus di Cesena: ha inoltre diretto la sezione di Bologna dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Negli anni ’90, poi, ha concentrato i propri studi scientifici sulla possibilità di ottenere la fusione fredda con reattori Nichel-idrogeno.

Il Premio è stato assegnato a Gianluca Aguzzi, a seguito di quanto decido dalla commissione giudicatrice composta dai prof. Matteo Ferrara, Vittorio Ghini, Luciano Margara e Mirko Viroli, per la sua tesi sul tema “Scafi web: a Scala-JavaScript platform for executing, simulating, and controlling aggregate computing systems”, presentata per conseguire per la laurea magistrale in Ingegneria e Scienze informatiche, nell’anno accademico 2019/2020, presso la Scuola di Scienze del Campus di Cesena.

Il riconoscimento (euro 3.000,00) è stato consegnato da Alessandro Ricci (nella foto con Gianluca Aguzzi), Professore associato del Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria, che ha ricordato che il Premio Focardi non valuta unicamente il valore della tesi, ma anche la virtuosità del percorso di studio del vincitore, il cui patrimonio di conoscenza e competenza potrà essere speso per introdurre nella comunità economica creatività, sviluppo e innovazione.

Questo post è stato letto 120 volte

Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi".