Il ricordo delle vittime delle foibe, Enrico Brizzi e gli altri eventi in Romagna dal 10 al 16 febbraio 2020

Lunedì 10 febbraio 2020

FORLÌ: RICORDO DELLE VITTIME DELLE FOIBE E SCOPRIMENTO DE “LA PIETRA DEL RICORDO”

Lunedì 10 febbraio 2020, alle ore 9.30, in via Martiri, Foibe, Forlì, si terrà la cerimonia ufficiale in occasione del “Giorno del Ricordo” per commemorare le vittime delle foibe, dell’esodo giuliano dalmata e delle vicende del confine orientale.
Nell’occasione verrà scoperto il monumento “La pietra del Ricordo” alla presenza del sindaco Gian Luca Zattini e delle autorità cittadine. Alle 11.00, nella sala dell’incontro a Palazzo Romagnoli, via Albicini 12, sarà illustrata la soria della nascita del monumento cittadino a ricordo delle vittime delle foibe. Oltre al sindaco Zattini interverranno Sonia Bonfiglioli, presidente Bonfiglioli Riduttori; Electra Stamboulis, dirigente Liceo Artistico Canova; i rappresentati delle famiglie degli esuli degli esuli istriani, fiumani, giuliani e dalmati Alberto Urizio, Edda Marchese ed Franca Ulrich.
Partecipazione libera. 

MARINA DI RAVENNA: LAPIDE IN RICORDO DEI PROFUGHI GIULIANO-DALMATI 

In occasione del Giorno del Ricordo 2020, lunedì 10 febbraio2020, alle ore 11.00, presso la delegazione comunale di Marina di Ravenna (Piazzale Marinai d’Italia, 19), sarà scoperta una lapide in ricordo dei profughi giuliano-dalmati giunti nel dopoguerra.
Interverrà il sindaco di Ravenna Michele De Pascale.
Partecipazione libera. 

MELDOLA: IL GIORNO DEL RICORDO 

Lunedì 10 febbraio 2020, alle ore 20.30, presso la Sala Nella Versari, Palazzo Doria Pamphili, piazza Felice Orsini 12/e, Meldola, testimonianza di Edda Marchese, di Bruno Stipcevich e di Alberto Urizio in occasione del Giorno del Ricordo. Interverrà il sindaco Roberto Cavallucci. 
Ingresso libero. 

CAVA DI FORLÌ: INCONTRO FRA GENERAZIONI

Lunedì 10 febbraio 2020, alle ore 20.45, presso il Centro sociale, via Sillaro 42, quartiere Cava, 
Forlì, si svolgerà una conferenza sull’importanza dell’incontro fra le generazioni. Interverranno Daniela Drei della Casa dei Nonni del quartiere Cava, don Davide Brighi, parroco delle parrocchie Cava, Villanova, Petrignone, Castiglione Villagrappa, e l’assessore al Welfare e alla Famiglia Rosaria Tassinari.
In una società in continua evoluzione, con nuovi lavori, nuovi modi di vedere e di pensare, spesso si dimentica il ruolo dei nonni, della loro grande capacità di raccontare la loro esperienza di vita, alle nuove generazioni. I nonni, sono una grande risorsa, un porto sicuro, un’area solidale, indispensabile per le famiglie oggi più che mai, utili alla formazione educativa e alla salvagurdia di quel sapere che altrimenti andrebbe perduto.
Le nuove generazioni possono così apprendere, l’ importanza del bene comune, dell’impegno, non subordinato a vantaggi, dell’amore e della solidarietà.
Ingresso libero. 

FORLÌ: IL PROBLEMA RELIGIOSO IN DOSTOEVSKIJ 

Lunedì 10 febbraio 2020, alle ore 20.45, presso la Sala “Don Carlo Gotti”, via Angeloni 50, Forlì, per il ciclo di incontri “Fede e letteratura”, Giuseppe Ghini, Università di Urbino, terrà una conferenza dal titolo “Il problema religioso in Dostoevskij”.
Ingresso libero. 

FORLÌ: PROIEZIONE DEL FILM-DOCUMENTARIO “IMPRESSIONISTI SEGRETI”

Lunedì 10, martedì 11 e mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 21.00, presso il Cinema Astoria, viale dellAppennino 313, Forlì, verrà proiettato il film-documentario “Impressionisti Segreti”.
Come guardavano il mondo gli impressionisti? Che rapporto avevano con la tecnica, con il colore, con la luce e con l’universo di forme che componeva la realtà davanti ai loro occhi? Come furono accolte le loro opere? Come sono passate dall’essere rifiutate da critica e pubblico a diventare in pochi anni tra le più amate nel mondo?
Per scoprirlo, arriva al cinema solo il 10, 11 e 12 febbraio “Impressionisti segreti”, il docu-film diretto da Daniele Pini, ideato per raccontare la rivoluzione artistica del movimento impressionista attraverso cinquanta tesori nascosti esposti da per la prima volta a Roma a Palazzo Bonaparte in occasione della mostra realizzata e prodotta da Arthemisia. Impressionisti segreti è un viaggio immersivo all’interno dell’intimità degli impressionisti e dei loro quadri che si propone di offrire una visita “privilegiata” che stimoli la curiosità degli spettatori e regali loro una prospettiva sulle opere complementare all’esperienza dal vivo, permettendo agli spettatori in sala di immergersi nel lavoro dei pittori e coglierne dettagli inediti.
Ingresso a pagamento. Per informazioni consultare il sito www.cinemaastoria.it

Martedì 11 febbraio 2020

SAN MARTINO IN STRADA: PROIEZIONE DEL FILM “I VITELLONI”

Lunedì 10 e martedì 11 febbraio 2020, alle ore 21.00, presso il Cinema Saffi, viale dellAppennino 480, San Martino in Strada, Forlì, verrà proiettato il film “I Vitelloni” di Federico Fellini, con Alberto Sordi, Leopoldo Trieste, Franco Interlenghi, Franco Fabrizi, Leonora Ruffo.
In una cittadina di mare che potrebbe essere Rimini vivono cinque giovani: Moraldo (Interlenghi), Alberto (Sordi), Fausto (Fabrizi), Leopoldo (Trieste), Riccardo (Fellini, fratello del regista). Le loro sono piccole storie, secondo le possibilità offerte da un posto come quello. Faustuo corre dietro a tutte le donne e non ha voglia di lavorare, trova un posto da commesso, gli altri ridono di lui. Si sposa ma non cambia. Alla fine il padre lo picchia con la cinghia, come un bambino. Alberto ha problemi in famiglia, la sorella se ne va con un uomo sposato. Lui si ubriaca. Riccardo non ha personalità, è un po’ la spalla di tutti. Leopoldo scrive commedie che nessuno legge. Quando arriva un attore in città che sembra interessarsi ai suoi scritti, in realtà si interessa… a lui. Moraldo è il più serio, è buono e generoso. Alla fine sarà l’unico ad andarsene.
“I Vitelloni” è stato il quarto film di Fellini e fu quello che mostrò per primo le sue attitudini, in sostanza ci si accorse che il regista aveva davvero qualcosa in più. Nessuno meglio di lui conosceva la vita di quella provincia sonnolenta, dove succedono sempre le stesse, pochissime cose, dove se hai un lampo di fantasia particolare dovrai soffrire anche di più perché non ci sarà comunque uno sbocco.
Ingresso a pagamento. Per informazioni consultare il sito www.cinemasaffi.com

Mercoledì 12 febbraio 2020

FORLÌ: SULLE ROTTE DI ULISSE 

Mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 16.00, presso la Sala Assemblee del Foro Boario, piazzale Foro Boario 7, Forlì, Alessandro Merci terrà una conferenza dal titolo “Sulle rotte di Ulisse”.
L’incontro è promosso dall’Auser. Ingresso libero. 

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL SAGGIO: “FIAMME MERAVIGLIOSE. IL MIRACOLO DELLA MADONNA DEL FUOCO COME NON È MAI STATO RACCONTATO” 

Mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 18.30, presso il Circolo della Scranna, corso Garibaldi 80, Forlì, verrà presentato il saggio dal titolo “Fiamme meravigliose. Il miracolo delle Madonna del Fuoco come non è mai stato raccontato” di Paolo Cortesi, Società Editrice Il Ponte Vecchio, Cesena 2020. Interverrà l’autore. 
Nella notte del 4 febbraio 1428 avviene il più celebre miracolo forlivese: un’immagine della Madonna rimane intatta in mezzo alle fiamme che divorano l’edificio in cui era affissa. L’ammirazione si impadronisce del prodigio, che oggi è popolarmente conosciuto secondo la versione leggendaria. Ma esaminando l’evento con l’atteggiamento e gli strumenti dello storico, si scoprono dettagli ignorati, stranezze evidenti, eloquenti coincidenze, finalità terrene. Il saggio di Paolo Cortesi ricerca e ricompone i frammenti di un puzzle storico e scrive non solo una pagina del tutto inedita della storia forlivese, ma anche un esempio di indagine storiografica su un materiale così evanescente ed affascinante come sono i miracoli.
Si tratta di un saggio che, partendo dallo specifico caso forlivese, esamina le condizioni socio-culturali della Romagna pontificia fra XV e XVIII secolo ed è uno sguardo razionale, ma non irriverente, su un tipico miracolo quattrocentesco. 
Ingresso libero. 

FORLIMPOPOLI: IL BALLO: UNA PASSIONE DEI ROMAGNOLI 

Mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 20.45, presso la sede dell’Auser, Via Ho Chi Min 28 (adiacente al Supermercato Conad Giardino), Forlimpopoli, organizzata dalla locale Proloco, in collaborazione con l’Auser centro operativo di Forlimpopoli e con l’Associazione “Istituto Friedrich Schürr”, si svolgerà una serata dal titolo “Il ballo: una passione dei romagnoli”, con la partecipazione di Gabriele Zelli e del Gruppo Balli Popolari Auser Cesena, che presenteranno “Dai balli staccati al ballo liscio”. 
Nell’occasione si proporrà al pubblico un tuffo nel passato alla riscoperta di musiche e ei balli della tradizione popolare romagnola per ricordare il ricco patrimonio culturale della nostra terra e condividere con i presenti un’esperienza di approfondimento culturale e, insieme, di divertimento.
Il Gruppo Balli Popolari Auser Cesena proporrà una carrellata di balli della tradizione popolare della nostra Regione a cominciare da manfrine, saltarelli, trescone e bergamasco, i cosiddetti “balli staccati” dove i danzatori si mantengono a distanza, senza abbracciarsi, per concludere con valzer, polca, mazurka, la consuetudine popolare che appassionò la Romagna intera a partire da fine Ottocento.  
Coordinerà la serata Radames Garoia.
Al termine un momento conviviale. Ingresso libero e gratuito.
L’incontro fa parte dell’iniziativa “Al seri de dialet e dal robi ad Rumagna”, con il patrocinio del Comune di Forlimpopoli.

BORELLA DI CESENATICO: SARSINA, UN MUSEO ARCHEOLOGICO SULLE ANTICHE ROTTE DALL’ADRIATICO VERSO ROMA 

Mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 20.45, presso il Circolo Arci di Borella, via Cesenatico 222, Cesenatico, Alessandro Marchi, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Sarsina, terrà una conferenza dal titolo “Sarsina, un museo archeologico sulle antiche rotte dall’Adriatico verso Roma”.
Ingresso libero. 

Giovedì 13 febbraio 2020

CASTIGLIONE DI RAVENNA: BREVE STORIA DEL JAZZ 

Giovedì 13 febbraio 2020, alle ore 2030, presso la Sede dell’Associazione Culturale castiglionese Umberto Foschi, via Zattoni 2/A, Castiglione di Ravenna, Fulvio Penso, coadiuvato dal contrabbassista e cantante Gastone Guerrini, traccierà una breve storia del Jazz (Dalle origini all’era dello swing).
Ingresso libero. 

Venerdì 14 febbraio 2020

CESENA: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “L’ITALIA NEL ‘900”

Venerdì 14 febbraio 2020, alle ore 17.00, presso Palazzo del Ridotto, Piazza Almerici 12, Cesena, verrà presentato l’ultimo libro di Miguel Gotor: “L’Italia nel Novecento. Dalla sconfitta di Adua alla vittoria di Amazon” (Einaudi, 2019).
Introdurrà Ines Briganti, presidente dell’Istituto storico. Discuterà con l’autore Domenico Guzzo, condirettore dell’Istituto storico.
L’ingresso è gratuito. La partecipazione degli insegnanti è valida ai fini dell’aggiornamento secondo quanto stabilito dal MIUR.

RAVENNA: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “SULLE TRACCE DI LEONARDO

Venerdì 14 febbraio 2020, alle ore 18.00, presso la Sala D’Attorre, via Ponte Marino 2, Ravenna
Davide Gnola presenterà il suo libro “Sulle tracce di Leonardo:, Minerva Editrice. 
Ingresso libero 

SAN MARTINO IN VILLAFRANCA: NADÊL A CÀ ‘D TUGNÒN 

Venerdì 14 febbraio 2020, alle ore 20.45, presso la Sala Parrocchiale di San Martino in Villafranca, via Lughese 135, Forlì, la Compagnia Amici del Teatro di Cassanigo metterà in scena lacommedia dialettale romagnola “Nadêl a cà ‘d Tugnòn”.
Ingresso 5 euro. Per informazioni e prenotazioni printservicefc@alice.it; WhatsApp 3487443860.

FORLIMPOPOLI: PROIEZIONE DEL FILM “IL DOTTOR STRANAMORE

Venerdì 14 febbraio 2020, alle ore 21.00, presso il Cinema Verdi di Forlimpopoli, piazza Fratti, nella corte della Rocca, verrà proiettato il film “Il dottor Stranamore” di Stanley Kubrick, con Peter Sellers, George C. Scott, Sterling Hayden, Keenan Wynn, Slim Pickens (anno 1964 – 93 min – nuova versione restaurata)
Per un folle ordine del generale americano Ripper convinto che l’Unione Sovietica voglia conquistare il mondo, una squadra di bombardieri prende il volo per sganciare bombe atomiche sull’URSS. Nonostante l’intervento del Presidente degli Stati Uniti, uno dei bombardieri porterà a termine la sua missione.
Ingresso a pagamento. Per informazioni consultare il sito www.cinemaverdi.it

PIANGIPANE: CRAZY STOMPIN’ CLUB

Per la serata dedicata a tutti gli innamorati il Socjale vi riporta alle romantiche atmosfere anni ’20. Crazy Stompin’ Club è molto più di una semplice band musicale, è un gruppo di scatenati amanti dello swing, il cui obbiettivo principale è quello di ricreare il più fedelmente possibile l’atmosfera che si respirava nella “Swing Era” a cavallo fra gli anni ’20 e ’40 del secolo scorso, il secolo delle big band, del Charleston, del Lindy Hop e ovviamente dello Swing. Una serata romantica e al tempo stesso originale che nella inimitabile cornice del Socjale renderà il vostro San Valentino davvero speciale!!
Inizio concerto ore 22.00. Prevendite su www.teatrosocjale.it. Come da tradizione i mitici cappelletti del Socjale, nell’intervallo. Ingresso riservato soci Arci, tesseramento in teatro.

CASA DELLE AIE DI CERVIA: QUANDO SAN VALENTINO ERA UN SANTO QUALUNQUE

Venerdì 14 febbraio 2020, alle ore 21.00, presso il Teatrino della Casa delle Aie, via Ascione 4, Cervia, si svolgerà, promossa dall’Associazione culturale Casa delle Aie nel giorno di San Valentino, un originale incontro all’insegna della cultura popolare e della lingua romagnola dal titolo “Quando San Valentino era un santo qualunque”.
Daniela Vallicelli, voce, e. Leonardo Vallicelli, clarinetto e sax, eseguiranno un concerto di musica dal vivo che spazierà dal liscio romagnolo alla musica tradizional-popolare italiana, dalle canzoni anni 50/60/70 ai brani più famosi del repertorio classico.
Radames Garoia e Nivalda Raffoni rievocheranno le usanze e riti del fidanzamento e sposalizio nella Romagna di ieri; poesie e racconti in dialetto sull’amore e i bisticci nel rapporto di coppia.
Nella vecchia società popolare, in primo luogo quella contadina, formare una nuova coppia e giungere quindi al matrimonio era ritenuto un valore indispensabile; si identificava nella famiglia e nelle sue proprietà, il nucleo basilare della società. Quindi, appena raggiunta la maggiore età, i ragazzi (maschi e femmine) sfruttavano tutte le circostanze che si presentavano (veglie nelle case o nelle stalle, sagre paesane, balli, lavori campestri che portassero a conoscersi e frequentarsi, come la spannocchiatura del granoturco e la gramolatura della canapa), fino ad arrivare alla condizione di Filarini e poi, in un cammino lungo e contrassegnato da dure e radicate regole comportamentali, a quella di Fidanzati e Sposi.
L’ingresso alla serata del Teatrino delle Aie è libero e gratuito, anche per i non soci.
In occasione dei “venerdì culturali” la gestione del Ristorante della Casa delle Aie, che fa capo ai fratelli Battistini, presenta interessanti proposte di degustazione di piatti della tradizione gastronomica romagnola (informazioni tel. 0544 927631).

Sabato 15 febbraio 2020

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA SQUADRA DEI SOGNI”

Sabato 15 febbraio 2020, alle ore 18.00, presso il Ridotto del Teatro Diego Fabbri, via DallAste 10, Forlì, Marino Bartoletti presenterà il suo libro “La squadra dei sogni. Il cuore sul prato”, edizioni Gallucci.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti. 

FORLÌ: NELLA CITTÀ L’INFERNO 

Sabato 15 febbraio 2020, alle ore 21.00, presso il Teatro Giovanni Testori, via Vespucci 13, Forlì, il teatro delle Forchette metterà in scena lo spettacolo teatrale “Nella città l’inferno”, tratto dal romanzo di Isa Mari “Via delle Mantellate”. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni consultare il sito www.teatrodelleforchette.it

PISIGNANO-CANNUZZO: SERATA DEDICATA ALLA POESIA 

Sabato 15 febbraio 2020, alle ore 20.30, presso il Centro sociale di Pisignano-Cannuzzo, via Zavattina 6/d, Cervia, si svolgerà un incontro per stare insieme in compagnia e amicizia tra parole e musica in una serata dedicata all’amore! Le poesie parleranno di questo sentimento con passione e che sarà maggiormente espresso nelle poesie scritte da Simona Rossi, Giuseppe Grilli, Alessandra Maltoni, Pietro Baravelli e Rita Chicchi. Saranno proposte inoltre le poesie vincitrice del concorso “Scrivile del 2019” di Walter Giorgi, Maria Serena Bezzi e Michele Bersani.
Le letture saranno affidate alla voce narrante di Lorenzo Pieri.
intrattenimento musicale di Fulvio Penso, tromba e flicorno, Emanuela Grassetto, violino), Fabrizio di Muro, tastiera, Jacopo Vulpiani, batteria e Gastone Guerrini, contrabasso e voce. Ospite d’onore Sara Dall’olio.    
Ingresso a offerta libera. Il ricavato sarà interamente devoluto e consegnato al termine della serata alla cooperativa Sociale Lo Stelo di Cervia.
Ingresso libero. Al termine momento conviviale. 

Domenica 16 febbraio 2020

BERTINORO: INCONTRO CON ENRICO BRIZZI

Domenica 16 febbraio 2020, alle ore 15.30, presso il Teatro dell’ex seminario, Bertinoro, nell’ambito dei Pomeriggi del bicchiere si svolgerà un incontro con lo scrittore Enrico Brizzi a 25 anni dalla pubblicazione del libro “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”. Nell’occasione verrà proiettato l’omonimo film diretto da Enza Negroni.
Al termine l’assaggio dei vini sarà a cura dell’Azienda Fattoria Paradiso e quello dei sapori da parte della Pro Loco Bertinoro (offerta 3 euro)
Ingresso libero.

RAVALDINO IN MONTE: LE VOCI DEL VIOLONCELLO

Domenica 16 febbraio 2020, alle ore 18.00, presso il Circolo Arci Area Sismica, via Le Selve 23, Ravaldino in Monte, Forlì, si terrà un concerto proposto da Claudio Pasceri, violoncello, e dall’Orchestra da Camera Accademia.
Il progetto le “Voci del Violoncello” intende indagare le mille tessiture, gli infiniti timbri che questo strumento ad arco racchiude in sé. Dalla voce drammatica, intensa e severa di J S Bach alle geometriche escursioni ed ai volumi di Hindemith; dalle pulsanti e umanistiche “macchine da musica” del polacco Zagajewski all’ironia “post-brahmsiana“ di Widmann, fino al lirismo italiano del barocco di Vivaldi .
Il viaggio che le “Voci del Violoncello” propone è un viaggio che attraversa gli stili e le epoche, è un percorso che non conosce cronologie . Procede per “affinità elettive“, per stati d’animo e suggestioni, intende coinvolgere lo spettatore in un caleidoscopico flusso musicale dove ogni suono può suggerire nuove vie.
Programma musicale: Paul Hindemith (Sonata per violoncello solo op.25 n. 3), Vivaldi /Bazelaire
(Concerto in mi minore per violoncello, archi e cembalo), Artur Zagajewski? (Brut per violoncello, archi e cembalo), Jörg Widmann (dai 24 Duos per violino e violoncello: Valse Bavaroise, Vier Strophen vom Heimweh, Toccatina al’inglese, Johann Sebastian Bach (Sarabande dalle Suites per violoncello solo BWV 1007, 1008, 1011).
Ingresso €12. Area Sismica è un circolo Arci.

SEGNALAZIONI:

CESENA: ARPAD WEISZ: UNA STORIA DI SPORT E RAZZISMO

L’Istituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena ha collaborato con il Comune di Cesena alla realizzazione della mostra “Arpad Weisz: una storia di sport e razzismo”, dedicata all’allenatore ebreo ungherese che negli anni ’30 vinse tre campionati italiani (con Inter e Bologna) e finì deportato ad Auschwitz. 
La mostra sarà visitabile fino all’8 marzo. È possibile prenotare visite guidate per le scuole via email al’indirizzo: didattica@comune.cesena.fc.it
Informazioni: uff. cultura del Comune di Cesena, 0547 355740

FORLÌ: ULISSE – IL FUMETTO 

“Ulisse: Il Fumetto” naviga ancora, trasportato dai colori dell’avventura, fino alla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” 
Alla Fumettoteca Regionale proposto un altro “mito” fumettistico, sede sempre aperta anche quando le biblioteche sono chiuse.
 Riscontri positivi per Ulisse, che naviga ancora, trasportato dai colori dell’avventura, fino alla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” con l’esclusiva mostra “Ulisse: Il Fumetto”. Grazie a condottieri, simbolici, di questo percorso nella Nona Arte mitologica sono le pagine fumettistiche realizzate durante tutti questi anni, in Italia e in tutto il mondo. Una innovativa esposizione consultabile allestita presso la sede fumettotecaria, in via Curiel, 51, dal primo al 29 febbraio 2020, permette di visionare uno specifico percorso allineato alle realizzazioni fumettistiche che, grazie alle caratteristiche del medium, negli anni hanno stimolato i giovani lettori ad avvicinarsi ed approfondire, per conoscere meglio, questa mitica opera. Le sezioni proposte, in cui è suddivisa l’esposizione, con documenti consultabili e riproduzioni varie, evidenziano la relazione tra il fumetto e il mito attraverso la figura di Ulisse, un uomo che vive le sue emozioni, il suo volto, la sua storia, proponendo il più grande viaggio predisposto nel fumetto mai presentato. Una eccezionale proposta con grandi autori della Letteratura Disegnata, ma non solo, anche semplici emergenti, perché la vera arte non necessita di firme altosonanti, con opere di Toppi, Pratt, Manara, Pichard, Piffarerio, Ghermandi, Toninelli, Panebarco, Cavezzali per citarne alcuni. Fumetti in omaggio, fino ad esaurimento, per il pubblico.

Così come la letteratura, la pittura, la scultura, il cinema, la musica, tutte le Arti hanno raffigurato il mito, la Nona Arte non è stata da meno, anzi. Molte le proposte “serie” e, non mancano, le proposte di “parodie”, da Braccio di Ferro a Topolino, da Alley Oop a Paperino e tanti altri personaggi che sono entrati in “contatto” col mitico Ulisse dell’arte sequenziale. Nella tradizione classica, Ulisse è tra gli eroi più umani in grado di combattere, senza espedienti sovrannaturali, col solo uso dell’astuzia. Nell’Odissea il personaggio emerge in tutta la sua evidenza diventando il protagonista, e al tempo stesso antagonista, di una delle storie più entusiasmanti che la letteratura epica ci abbia tramandato, legato all’immaginario comunicativo che ne ha espresso il mito in ogni tempo. Il medium comunicativo del fumetto ha reinterpretato il mito di Ulisse attraverso le varie testate e gli albi del fumetto. Eroe dell’avventura per antonomasia, la sua essenza riaffiora nei protagonisti di tante altre avventure letterarie come Orlando, Sigfrido, Robin Hood, d’Artagnan, lista infinita, e come tale interpretato anche in tantissimi personaggi della Letteratura Disegnata, nelle loro travagliate epopee di eroi fumettistici. Ed ecco che, con un attento sguardo di approfondimento, eroi fumettistici come Flash Gordon, Corto Maltese, Tex e lo stesso Topolino, solo per citarne alcuni, esprimano il trasporto dell’avventuriero sempre pronto ad approdare/ripartire senza sosta, come in una continua odissea.  
 Ennesima valida proposta che prosegue nel ricco calendario degli eventi targati 2020, con attività di promozione e progettazione messe in atto dal dinamico Staff Fumettoteca. Tante le iniziative culturali e sociali previste per quest’anno, tutte legate alla società da uno specifico percorso, che parte dalla comunità per arrivare all’individuo. Impegni che anche grazie al supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi e l’Associazione Culturale 4Live permettono alla “Biblioteca dei fumetti”, sempre aperta anche quando le biblioteche sono chiuse, di essere disponibile per tutti gli interessati. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni 339 3085390fumettoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.
#UlisseIlFumetto2020 

Questo post è stato letto 117 volte

Avatar photo

Gabriele Zelli

Gabriele Zelli è nato a Forlì il 5 marzo 1953. Da circa trent'anni si occupa in modo continuativo di cultura, sport e di attività sociali. Per Romagnapost, insieme a Marco Viroli, cura una rubrica intitolata "pillole forlivesi" dedicate alla storia della città. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *