Al Suffragio la personale di Andrea Salvatori

BAGNACAVALLO. Si è aperta alla chiesa del Suffragio di Bagnacavallo, la mostra “Sono come pensieri dal piede pesante, hanno il piede pesante anche se abitano il cielo”, personale dello scultore ceramista Andrea Salvatori.

Accanto all’artista e al direttore del Museo Civico delle Cappuccine Davide Caroli, curatore della mostra, interverranno la sindaca Eleonora Proni e l’assessora alla Cultura Monica Poletti.

Organizzata dal Museo Civico nell’ambito della programmazione espositiva autunnale che prende il via in occasione della Festa di San Michele, l’esposizione era stata inizialmente pensata in stretto legame con il tema del paesaggio attorno al quale verte la proposta culturale della città di Bagnacavallo fino al 2024. Gli eventi catastrofici di metà maggio hanno però costretto a un ripensamento del progetto: a causa dell’allagamento del laboratorio dell’artista solarolese, infatti, la produzione delle grandi ceramiche costituite da vasi e sculture – trovate, assemblate e trasfigurate poi in una sorta di alberi/colonne – frutto dei suoi ultimi mesi di ricerca, si è dovuta interrompere prima di essere completata.

La mostra ha quindi cambiato pelle: non essendo stato più possibile allestire il bosco di ceramiche immaginato sarà ora possibile ammirare, a fianco dell’unico esemplare realizzato e non distrutto dalle acque, alcuni dei lavori tra i più iconici e riconoscibili del lavoro di Salvatori, in un originale percorso tra porcellane kitsch, dissacratorie e ready-made.

Nuovi e vecchi lavori si affiancano a suggerire storie e lasciano a bocca aperta per la meraviglia degli accostamenti pensati, fatti non solo di ceramiche ma anche da una nuova serie di lavori a inchiostro e soprattutto da uno spazio dedicato ai “melma monsters”, mostriciattoli realizzati a più mani in un atto volto a esorcizzare, con l’uso del fango entrato nello studio di Salvatori, il trauma dell’alluvione, la paura e il dolore per quanto accaduto.

La mostra, il cui titolo è tratto da una poesia di Emanuel Carnevali, è accompagnata da un catalogo che include le immagini di tutte le opere realizzato da Luca e Filippo Nostri e che durante la mostra sarà possibile acquistare anche in una edizione limitata di libro d’artista.

L’esposizione resterà aperta fino al 5 novembre nei seguenti orari: sabato e domenica: 10-12 e 16-19; dal 28 settembre all’1 ottobre, in occasione della Festa di San Michele, la mostra sarà visitabile con orario ampliato, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 23; domenica 1 ottobre orario continuato 10-23.

Ingresso gratuito.

La chiesa del Suffragio è in via Trento Trieste 1.

Info:

www.museocivicobagnacavallo.it

Questo post è stato letto 51 volte

Commenti Facebook