Aerospazio: una delegazione giapponese in visita al Tecnopolo di Forlì

Tre rappresentanti provenienti dalla Prefettura di Ibaraki (Giappone) hanno visitato nel pomeriggio di giovedì 8 febbraio il Tecnopolo di Forlì, presso il laboratorio CICLOPE di Predappio, l’imponente galleria del vento, unica al mondo, parte integrante del CIRI Aerospace dell’Università di Bologna.

La visita, che si inserisce in una più ampia collaborazione fra la Regione Emilia-Romagna e la Prefettura di Ibaraki nell’ambito dell’innovazione e dello sviluppo tecnologico, è anche la logica conseguenza della partecipazione lo scorso 12 dicembre di una delegazione italiana, di cui il Tecnopolo di Forlì-Cesena ha fatto parte, nel Paese del Sol Levante, in occasione dell’Italian National Space Day di Tokyo.

La delegazione giapponese, accompagnata da alcuni esponenti della Regione Emilia-Romagna, dopo aver visitato a Imola le imprese Curti e NPC Spacemind, è giunta a Predappio, dove è stata accolta dai proff. Paolo Tortora (direttore del CIRI Aerospace) e Gabriele Bellani (referente del Laboratorio Ciclope).

Bellani ha illustrato il contesto storico del sito in cui insiste il Laboratorio Ciclope, dai tempi della gloriosa azienda aeronautica Caproni, creata per volere di Benito Mussolini, che negli anni ‘30 assicurava lavoro a circa 1400 addetti, fino alla sua chiusura nel 1944 e alla successiva decadenza, interrotta una quindicina di anni fa, quando le gallerie furono recuperate per fare spazio appunto al Laboratorio Ciclope, che oggi rappresenta un’eccellenza a livello mondiale per le misurazione dei flussi turbolenti a contatto con le superfici, specie nell’ambito aeronautico, dove tali studi sono fondamentali, per esempio, per l’ottimizzazione dei consumi dei velivoli.
I tecnici giapponesi hanno avuto la possibilità di visitare i due tunnel, di cui è composto l’intero impianto e di comprendere come avvengono le misurazioni ad alta risoluzione, che si possono ottenere grazie alla lunghezza del cosiddetto “tubo lungo”, componente principale dell’intero laboratorio.

A seguire il prof. Paolo Tortora ha spiegato le principali attività di ricerca del CIRI Aerospace (parte integrante del Tecnopolo di Forlì), che vengono svolte nei laboratori di Forlì, nei pressi dello scalo aeroportuale, con riferimento agli ambiti di ricerca attivi, quali meccanica dei materiali, progettazione aeronautica avanzata, scienza dello spazio, astronautica e sistemi spaziali, telerilevamento e tecnologie GNSS e sistemi di comunicazione.

La visita della delegazione giapponese rafforzerà le collaborazioni nell’ambito delle attività aeronautiche e spaziali legate sia al segmento upstream che comprende la produzione di strutture (satelliti, lanciatori e veicoli spaziali) e di infrastrutture (comando, controllo e comunicazione) sia alle attività downstream che riguardano lo sfruttamento dei dati e dei segnali spaziali.

Questo post è stato letto 151 volte

Commenti Facebook
Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi".