Giangrandi candidato e sprizza ottimismo

Coalizione composta da Cesena Siamo Noi, Cambiamo e Italia Viva

Marco Giangrandi sarà il candidato a sindaco di una coalizione composta da Cesena Siamo Noi, Cambiamo e Italia Viva. Sabato c’è stata la presentazione ufficiale durante la quale Giangrandi ha fatto sfoggio di ottimismo (tanto) soprattutto quando si è detto sicuro che andrà al ballottaggio. Un obiettivo che se fosse raggiunto sarebbe clamoroso in quanto significherebbe che avrebbe eroso moltissimi consensi ad entrambi i poli. Probabilmente confida anche sul ritorno che gli potrebbe garantire l’impegno che ha profuso per gli alluvionati.

Una cosa però appare certa: è difficilissimo fare una previsione sul risultato che la coalizione potrà ottenere. Soprattutto perché è quasi impossibile prendere come punto di riferimento i risultati delle precedenti elezioni. Sono cambiate molte, troppe cose. Cesena Siamo noi ha perso due elementi importanti: Vittorio Valletta e Fabrizio Faggiotto. Quest’ultimo fra l’altro ha già detto che si aggregherà al centrodestra. Quindi è prevedibile un travaso di voti che non è facilmente quantificabile. 

Anche Cambiamo ha delle defezioni importanti. Innanzitutto la lista non godrà del traino che nella precedente consultazione era rappresentato da Rossi che era il candidato sindaco della coalizione di centrodestra. Rossi, pur appoggiando Giangrandi, non sarà in lista. Inoltre Cambiamo dovrà fare a meno dei voti di Cl che cinque anni fa fu una componente molto importante. 

Nello stesso tempo però ci sono dei voti in libertà. Innanzitutto quelli di Fabbri. L’ex leader dei Verdi non si ripresenterà e resta da capire dove finirà il tre per cento che aveva ottenuto con la lista civica con la quale si era presentato cinque anni fa. L’impressione è che possano essere Fondamenta e Cesena Siamo Noi a pescare in quell’area. 

C’è poi l’incognita Cinque Stelle. Ancora non si è capito cosa faranno. Se non dovessero presentare la lista (ipotesi più che possibile) dove andranno a finire quei voti? E’ facile immaginare che Giangrandi ritenga che buona parte possano essere attirati proprio da Cesena Siamo Noi.

Questo post è stato letto 221 volte

Avatar photo

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli.