Guidopolis: Giovani, Cooperatori e Occupati

«Superando il luogo comune della cultura con cui “non si mangia” abbiamo creato una cooperativa nel momento forse più duro della crisi, quando l’attualità parlava solo di chiusure e liquidazioni. E siamo sempre più certi della bontà della nostra scelta»

Giovani, carini e… occupati. Parafrasando il titolo di un famoso film, ecco i soci di Guidopolis, un gruppo di laureati in materie artistiche e archeologiche che hanno deciso di mettere in pratica la loro conoscenza del campo culturale, turistico, e museale per creare un’offerta nuova e costruirsi opportunità di lavoro che non sempre il settore della cultura garantisce ai loro coetanei.

guidopolis
«Abbiamo creato una cooperativa di guide turistiache, storici dell’arte, archeologi e operatori didattici, e quindi un’azienda, nel momento forse più duro della crisi, quando l’attualità parlava solo di chiusure e liquidazioni», racconta Federico Angelini, socio fondatore insieme a Eleonora Rinaldini, Jenny Lazzari e Marco Torri. «Crediamo questa sia una buona metafora del nostro intento. Assediati dalla pervasività del luogo comune della cultura con la quale “non si mangia”, mortificati dalla prospettiva di affidare la nostra realizzazione professionale a committenti vari e talvolta disattenti, a contratti sempre a tempo. Occasioni di lavoro aleatorie, talvolta rispettose del nostro talento, altre volte no, e sempre in una prospettiva di mesi e mai di anni, abbiamo deciso di fare per conto nostro».

guidopolis spiagge
Una decisione forte delle competenze acquisite con lo studio e le prime esperienze di lavoro, ma anche dell’entusiasmo, dell’amore viscerale per l’arte e la bellezza diffuse nel nostro territorio, e da una forte volontà di creare con essi qualcosa di nuovo, forte, utile e stabile, continua Angelini. “Siamo sempre più certi della bontà della nostra scelta. Conoscevamo bene il nostro settore. Lo abbiamo sfruttato prevalentemente come guide turistiche, nel campo dei percorsi turistici culturali, museali, paesaggistici, enogastronomici. Sappiamo quello che manca nell’offerta generalmente incontrata dal pubblico, le criticità esistenti, e in questi primi 18 mesi abbiamo verificato come il nostro lavoro ed il nostro approccio abbia generato soddisfazione, seguito e fidelizzazione in chi ci ha scelto».

guidopolis angelini federico
La proposta di Guidopolis è innovativa per un principio di buon senso, evidenzia ancora Angelini. “Chi pensa ad un prodotto o ad un servizio, chi ha un’idea, quindi, lo sviluppa, lo elabora e poi lo realizza. Senza intermediari, senza passaggi, senza diluire l’autenticità e la forza del lavoro, perché siamo professionisti di una certa età, quindi di formazione piuttosto complessa, e i confronti interni servono ad arricchire idee e progetti già definiti operativamente. Quello che riceve il nostro pubblico è frutto della passione dell’operatore che si trova davanti. Questo chiediamo a chi vuole entrare nel nostro gruppo: autonomia e spirito di iniziativa. Siamo nati per questo e resteremo così”.

guidopolis rinaldini eleonora
Guidopolis collabora con le più importanti sedi espositive e musei della regione, propone la visita alle mostre più importanti d’Italia, visite guidate alle città dell’Emilia Romagna, si occupa di laboratori didattici e progetti culturali rivolti ad adulti e a bambini. Le guide sono abilitate a lavorare in tutta Italia e in tutta Europa. Recentemente è partita la nuova edizione delle “Spiagge archeologiche”, il progetto didattico di punta promosso dalla cooperativa, che propone laboratori in spiaggia per bambini fra i 5 e i 12 anni all’insegna dell’archeologia come divertimento e apprendimento.

Giorgia Gianni

Questo post è stato letto 132 volte

Commenti Facebook
Avatar photo

Romagnapost.it

Le notizie più interessanti, curiose e divertenti prese da Internet e pubblicate su Romagnapost.it. A cura dello staff di Tribucoop.