Confcooperative Romagna ricorda il centenario della nascita di Gino Mattarelli e i 30 anni della Legge 381/91

Gino Mattarelli, ispiratore della cooperazione sociale e Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative

Il 10 dicembre a Forlì, a partire dalle 9.15 nella ex Chiesa di San Giacomo Apostolo dei Domenicani, Confcooperative Romagna intende ricordare due ricorrenze fondamentali per il movimento cooperativo: i 100 anni dalla nascita di Gino Mattarelli e i 30 anni dall’entrata in vigore della Legge 381/91 che ha istituzionalizzato le cooperative sociali.

L’evento “100 anni di Gino Mattarelli e 30 anni di L.381/91” non è però solo un evento commemorativo, ma anche occasione per riflettere sullo stato dell’arte del welfare e progettare un nuovo futuro e nuove linee di sviluppo per le cooperative sociali romagnole.

Il programma prevede contributi di esperti e cooperatori provenienti da tutta Italia, coordinati da Antonio Buzzi, vicepresidente di Confcooperative Romagna. Ecco, nel dettaglio, come si svolgerà l’iniziativa, alla quale si può partecipare su prenotazione (romagna@confcooperative.it / 0544 37171) e con Green Pass valido.

Dopo la registrazione dei partecipanti e le procedure di sicurezza previste ci saranno i saluti istituzionali di Gian Luca Zattini, Sindaco di Forlì, mons. Livio Corazza, Vescovo di Forlì-Bertinoro e Mauro Neri, Presidente Confcooperative Romagna. Alle 10.15 partirà la prima parte della giornata, dedicata alla figura di Gino Mattarelli con gli interventi di Angelica Sansavini, presidente Domus Coop, e Piero Mattarelli, figlio di Gino e presidente dell’Associazione Gino Mattarelli. La prima parte è dedicata anche all’anniversario della Legge 381/91 insieme a: Sofia Bandini, professoressa già Senior Lecturer of Law and Economics Unibo con il contributo “Per una nuova 381/91”; Giuseppe Milanese, presidente Federazione Sanità Confcooperative che parlerà di “PNRR e cooperazione sociale e sanitaria, tra sfide e opportunità”; Stefano Granata, presidente Federsolidarietà Confcooperative, che farà riflettere su “Cooperazione sociale e sviluppo territoriale”; e, come ospite d’eccezione, mons. Vincenzo Paglia che aggiornerà i presenti su “I lavori della Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria per la popolazione anziana”. Alle 11.45 è prevista la seconda parte dell’evento con la tavola rotonda “Le sfide per le cooperative romagnole”, alla quale parteciperanno: Doriana Togni, presidente Federsolidarietà Ravenna-Rimini, Maurizia Squarzi, presidente CavaRei, Luca Dal Pozzo, presidente Federsolidarietà Emilia-Romagna, Mirca Renzetti, presidente Giovani Imprenditori Cooperativi Emilia-Romagna. Infine prenderà la parola Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative. La mattinata si chiuderà nel chiostro del complesso con un aperitivo per i presenti. Per maggiori informazioni romagna@confcooperative.it.

Questo post è stato letto 130 volte

Commenti Facebook
Avatar photo

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini), "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di Luca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) e "Innamorata di Dio. Bendetta Bianchi Porro raccontata ai ragazzi".